Yesaul

Yesaul (in Russo: есаул, in ucraino :осавул) è un grado militare cosacco, il cui nome deriva dal termine turco yasaul (capo).

Il termine originariamente designava un aiutante di campo e a questo titolo potevano corrispondere i seguenti gradi:

  1. Генеральный есаул (Generalny iessaoul) - Yesaul Generale
  2. Походный есаул (Pokhodni iessaoul) - Yesaul di Compagnia
  3. Войсковой есаул (Voïskovoï iessaoul) - Yesaul di corpo d'armata
  4. Полковой есаул (Polkovoï iessaoul) - Yesaul di reggimento
  5. Артиллерийский есаул (Artilleriïski iessaoul) - Yesaul d'artiglieria
  6. Сотенный есаул (Sotennu iessaoul) - Yesaul di sotnja
  7. Станичный есаул (Stanichnu iessaoul) - Yesaul di stanitsa

Nel XIX° secolo il grado di Yesaul era. tra le truppe cosacche, l'equivalente di quello di capitano nell'armata imperiale russa, comandante di una sotnia.

Il termine viene di nuovo utilizzato all'interno dei Cosacchi registrati della Federazione Russa.

Imperial Russian Army Capt 1917 h
Distintivo per controspallina di Yesaul dell’armata imperiale russa all'inizio del XX° secolo.
Есаул (чин)
Distintivo per controspallina di Yesaul dei Cosacchi registrati della Federazione Russa
Amico tra i nemici, nemico tra gli amici

Amico tra i nemici, nemico tra gli amici (Svoy sredi chuzhikh, chuzhoy sredi svoikh) è un film del 1974 diretto da Nikita Mikhalkov.

Cosacchi registrati della Federazione Russa

I Cosacchi registrati della Federazione Russa sono i gruppi paramilitari Cosacchi che ricoprono una carica ufficiale definita dalla legge federale della Federazione Russa no 154-FZ del 5 dicembre 2005 «Del servizio pubblico dei cosacchi di Russia». In tempo di pace le missioni dei cosacchi registrati sono principalmente legate alla conservazione, tutela e recupero delle foreste, educazione dei giovani secondo i valori patriottici e la preparazione per il servizio militare, l'assistenza durante calamità naturali, incidenti, incendi e stati di emergenza. Ci sono anche cosacchi adibiti a ruolo di polizia municipale. Attualmente la Federazione russa riconosce undici gruppi (o ''armate'') cosacchi, essi hanno il diritto di indossare uniformi e segni distintivi, portare una frusta (la nagaika) ed una spada (in alcuni casi, anche armi da fuoco). I gradi cosacchi più alti, a partire da Yesaul vengono assegnati da un alto rappresentante del Presidente, il grado di ''Generale cosacco'' viene assegnato dal presidente stesso. Gli altri gradi sono assegnati dai comandanti delle unità interessate.

Lista di armi da fuoco portatili

Questa pagina è una raccolta di nomi di armi da fuoco individuali comprendenti: pistole, fucili, mitragliatrici, mitra e lanciagranate.

Per una più accurata comprensione dei calibri andare su: Gauge e Calibro.

Fucile

Carabina

Bullpup

Express

Fucile a canna liscia

Moschetto

Doppietta

Lupara

Sovrapposto

Fucile a pompa

Fucile a canna liscia da combattimento

Fucile a otturatore girevole-scorrevole - (o a ripetizione manuale o a ripetizione ordinaria o bolt-action)

Fucile a leva

Fucile anticarro

Fucile anti-materiale

Fucile da battaglia

Fucile d'assalto

Fucile semiautomatico

Lanciagranate

Mitra (SMG)

Pistola mitragliatrice - (o mitraglietta)

Mitragliera

Mitragliatrice -(MG)

Fucile mitragliatore

leggera - (LMG)

media - (MMG)

pesante - (HMG)

ad uso generalizzato - (GPMG)

Gatling (o rotante)

Pistola

Pistola a colpo singolo

Pistola semiautomatica

Rivoltella

Matvej Ivanovič Platov

Matvej Ivanovič Platov, in russo: Матвей Иванович Платов? (Čerkassk, 8 agosto 1753 – Taganrog, 3 gennaio 1818), è stato un generale russo che comandò i Cosacchi del Don nelle guerre napoleoniche, e che fondò Novočerkassk come nuova capitale della provincia di Don Host.

Russkaja imperatorskaja armija

La Russkaja imperatorskaja armija fu l'esercito dell'Impero russo attivo dal 1721 sino alla rivoluzione russa del 1917. A metà Ottocento, l'esercito russo era composto di 938.731 soldati regolari e da 245.850 irregolari (in gran parte cosacchi). Sino alla riforma militare di Dmitrij Miljutin del 1874, l'esercito russo non disponeva di caserme e circa un milione di soldati viveva nella propria casa o in capanne tradizionali.L'ultimo veterano vivente dell'esercito imperiale russo fu il supercentenario ucraino Mikhail Krichevsky, nato nel 1897, che morì nel 2008.

In altre lingue

This page is based on a Wikipedia article written by authors (here).
Text is available under the CC BY-SA 3.0 license; additional terms may apply.
Images, videos and audio are available under their respective licenses.