Uppland

L'Uppland è una provincia storica nella parte orientale dello Svealand, in Svezia. Confina con il Mar Baltico a nord e ad est, con il Gästrikland a nord-ovest, il Västmanland a ovest e con il Södermanland a sud. Si estende per un'area pari a 12.676 km² e conta 1.602.652 abitanti (al 31 dicembre 2016). L'Uppland è una delle province più ricche di pietre runiche.

Uppland
provincia storica
Uppland – Stemma
Localizzazione
StatoSvezia Svezia
RegioneSvealand
ConteaUppland vapen.svg Uppsala
Territorio
Coordinate59°51′N 17°38′E / 59.85°N 17.633333°E
Altitudinepunto più alto: Tallmossen  118 m s.l.m.
Superficie12 676 km²
Abitanti1 602 652[2] (31 dicembre 2016)
Densità126,43 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Uppland – Localizzazione

Origine del nome

Il nome Uppland era originariamente plurale: (j) þrim uplandæ folklandum ("nel paese dei tre popoli di Uppland"). Il suo significato è "il paese più in alto dalla costa" (upp, sopra + land, paese), dove "la costa" in questo caso è quella del lago Mälaren.[3] Il nome della provincia compare anche nell'Upplandslagen, emanato dal re Birger di Svezia nel 1296.

Stemma

Lo stemma dell'Uppland è un globo crucigero d'oro su sfondo rosso. Fu ideato in occasione del funerale di Gustavo I di Svezia nel 1560.

Storia

Età della pietra

Sulla base di ricerche archeologiche e geologiche, si suppone che i primi abitanti dell'Uppland siano giunti da ovest nel Närke e nel Västmanland almeno 8.000 anni fa. I primi insediamenti erano sulla costa, ma oggi si trovano all'interno della provincia a causa del fenomeno dell'isostasia verificatosi successivamente in tutta la Fennoscandia. Con l'introduzione dell'agricoltura e dell'allevamento del bestiame intorno al 4000 a.C. aumenta il numero di insediamenti stabili. Un insediamento ritrovato a Åloppe (a nord-ovest di Uppsala) nel 1902 risale ai tempi della cultura del vasellame bucherellato e del Neolitico. Tra i vari monumenti antichi ritrovati, risalenti soprattutto al tardo Neolitico, si segnalano in particolare quelli nella parte centrale dell'Uppland occidentale, che è quindi considerata la parte più antica e densamente popolata della provincia durante l'età della pietra. A sud e a sud-est della piana di Uppsala sono stati ritrovati in grandi quantità reperti come asce di pietra e altri utensili in pietra - prevalentemente realizzati con pietre dell'Uppland -, ma anche ordinarie asce piatte di selce importate dalla Scania e dalla Selandia. Nell'Uppland non sono stati ritrovati gioielli realizzati in altri materiali come per esempio l'ambra, ritrovati invece nelle province meridionali, il che suggerisce che gli abitanti del luogo erano relativamente poveri. Tuttavia, altri ritrovamenti suggeriscono la presenza di contatti tra l'Uppland, le Isole Åland e la Finlandia già sul finire dell'età della pietra, ma c'è anche chi ipotizza che contatti più sporadici ci fossero anche con il Norrland.

Età del bronzo

Haga 0309 004
Il tumulo di Hågahögen.

All'età del bronzo risalgono oggetti in bronzo come asce, punte di lance, spade e tutti i tipi di gioielli. In rari casi, le armi e gioielli possono avere tracce di oro, come quelli ritrovati nella a Järfälla, nel tumulo di tumulo di Hågahögen e a Torstuna. Queste scoperte testimoniano un generale aumento del benessere durante l'età del bronzo. I reperti in bronzo sono in parte originari dell'Uppland e in parte di origine scandinava meridionale, ma in alcuni casi provengono anche dall'Europa meridionale. Anche le incisioni rupestri nelle parrocchie di Litslena, Boglösa, Ramsta e Ångarn risalgono a quest'epoca.

Età del ferro

Il numero di reperti della prima età del ferro è relativamente inferiore rispetto a quello delle età precedenti, ma sono pervenuti in condizioni migliori: si tratta di collane di bronzo, spade di ferro, vasi di bronzo e altro ancora. Al 500 a.C. risalgono le tracce più antiche di coltivazione dei cereali (chicchi di grano e orzo a Gamla Uppsala). Altri oggetti in oro e in vetro e le repliche di medaglie romane, ritrovati non solo nell'Uppland ma in tutta la Scandinavia, testimoniano il benessere del popolo e le vivaci rotte commerciali sia versp sud-est, con Costantinopoli, che verso sud-ovest, con il Belgio e la Francia.

Al VI e al VII secolo risalgono alcune navi funerarie. Durante l'Era di Vendel, inizia a formarsi una prima gerarchia sociale che si svilupperà pienamente nei secoli successivi.[4]

Gamla uppsala
Gamla Uppsala fu un importante centro religioso ed economico durante l'età del ferro.

Epoca vichinga

In tutta la provincia abbondano le tracce dell'epoca vichinga, soprattutto sotto forma di pietre runiche, ma anche di tumuli funerari e di insediamenti. Il sito archeologico più importante dell'epoca vichinga è probabilmente quello di Birka, inserito nell'elenco dei Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO nel 1993.

Vaksalastenen
La pietra runica di Vaksala, una delle tante pietre runiche sparse nel territorio del comune di Uppsala.

L'Uppland presenta una quantità notevole di pietre runiche, superiore a quella di qualsiasi altra provincia svedese. La maggior parte di queste risale al periodo tra X e XI secolo. Alcune di queste pietre attestano l'uso del fuþark antico, ma la maggioranza presenta incisioni in fuþark recente, e questa differenza è molto utile per consentire la datazione di questi reperti. Non sappiamo con precisione quante pietre runiche siano state prodotte in tutta la provincia, ma è molto probabile che un buon numero sia andato perduto o distrutto. Altre, invece, sono state riutilizzate e riadattate per altri scopi: è questo il caso, per esempio, della Cattedrale di Uppsala. Ci sono anche casi di ritrovamenti di interi gruppi di pietre runiche, come nel caso delle pietre runiche di Orkesta. Tra gli incisori più importanti si ricorda il nome di Åsmund Kåresson, inventore di uno stile artistico nelle incisioni tipico dell'area.

Negli anni 970 fu fondata Sigtuna, sede di Eric il Vittorioso, primo re svedese la cui esistenza è storicamente accertata: per questo motivato, essa è considerata da molti come la prima capitale della Svezia.[5]

Domkyrkan i Uppsalas stadsbild
La Cattedrale di Uppsala, la cui progettazione ebbe inizio nel 1258.

Medioevo

Già nel Medioevo la provincia aveva raggiunto un'estensione pari a quella attuale ad eccezione di Ekerön, che fu parte del Södermanland fino al 1544. Nel 1160, Sigtuna divenne la prima sede arcivescovile in Svezia, seguita nel 1164 da Uppsala, la quale diventò nel giro di breve tempo il centro della nuova religione cristiana in Svezia. Nonostante alcuni scontri con i diversi re svedesi, i nobili locali a partire dal XIII secolo entrarono stabilmente a servizio della monarchia centrale.[4] Alla fine del XIII secolo, una nuova città iniziò ad emergere con prepotenza, arrivando a contendere il primato a Uppsala: la futura capitale Stoccolma. Convenzionalmente, si ritiene che la città sia stata fondata nel 1252. Tuttavia, Uppsala continuerà a essere il centro della cultura svedese ancora per molto tempo, come dimostra la fondazione dell'Università di Uppsala nel 1477.

Dal Rinascimento a oggi

Nei secoli successivi alla fine del Medioevo, l'Uppland diventa la residenza preferita di nobili e uomini dell'alta società, attratti anche dalla crescita impressionante della vicina Stoccolma. Quando nel XIX secolo l'industrializzazione raggiunse anche la Svezia, la popolazione dell'Uppland aumentò vertiginosamente insieme al fenomeno dell'urbanesimo. Oggi la regione è diventata una delle principali mete turistiche del paese e trae grande giovamento dalla vicinanza della capitale.

Geografia

L'Uppland si trova nella parte orientale dello Svealand. Esso confina a sud con il Södermanland, a ovest con il Västmanland, a nord con il Gästrikland e ad est con il Mar Baltico; inoltre, ha un breve confine terrestre con la provincia delle Isole Åland, appartenenti alla Finlandia. Il confine in questione si estende sull'isolotto di Märket. L'Uppland, tuttavia, non si estende fino al punto in cui si incontrano la contea di Uppsala, la contea di Gävleborg, la contea di Dalarna e la contea di Västmanland, il che significa che non ha confini con la provincia del Dalarna.[6]

Stockholmsåsen
L'esker di Stoccolma attraversa il territorio dell'Uppland in direzione nord-sud.

Descrizione del territorio

L'Uppland è costituito da una pianura caratterizzata da qualche piccolo rilievo, che nella parte centrale e settentrionale della provincia sale a 50 metri sul livello del mare, ma a sud-est ci sono rilievi che raggiungono i 70 metri e nella parte occidentale arrivano fino a circa 100 metri. Le rocce sono costituite da basamento cristallino percorso da diverse piccole faglie. La calotta di ghiaccio ha modellato la conformazione del territorio. Quando il ghiaccio si ritirò, lasciò materiale sedimentario come la tillite, spesso accompagnata a strati di argilla spessi fino a 100 metri. Questi strati sono un'eredità della glaciazione weichseliana quando l'area era coperta dal mare. Fu soltanto con il fenomeno successivo dell'isostasia che il territorio dell'Uppland emerse dalle acque.

All'Uppland appartengono tre bacini idrografici. Quello settentrionale, di dimensione ridotte, è attraversato dal Dalälven e annovera un solo grande lago, il Tämnaren (36 m s.l.m.), da cui scorre in direzione nord-est il Tämnarån. Nel bacino orientale, di minore ampiezza, scorrono molti corsi d'acqua, ma tutti di secondaria importanza. I più grandi di questi scorrono verso nord, come l'Olandsån e lo Skeboån. Il più grande lago della zona è l'Erken (11 metri sul livello del mare). Il resto della provincia appartiene al bacino idrografico del Mälaren. Il principale corso d'acqua è il Fyrisån, che sfocia nell'Ekoln, un'insenatura del lago Mälaren. Nel Mälaren vi sono diverse isole appartenenti all'Uppland, quali Lovön, Färingsön, Ekerön-Kärsön-Munsön, Björkön, Adelsön, Grönsön e Arnön. Anche la costa orientale è attraversata da numerose insenature e, in particolare, sul lato sud-orientale, circondata da un vasto arcipelago.

Nella parte interna si estende la piana di Uppsala, particolarmente fertile e ricca di insediamenti urbani di tutte le dimensioni. Nel nord e nel nord-est il paesaggio è piatto e, in diversi punti, paludoso, roccioso e difficile da raggiungere.

Corsi d'acqua

Kaknästornet Panorama 2015a
Stoccolma è la capitale della Svezia e la città più grande dell'Uppland. Veduta da Kaknästornet verso ovest.

Città principali

Di seguito le dieci città più popolate della provincia

Nr Città Popolazione
1 Stoccolma 1 515 017
2 Uppsala 156 854
3 Upplands Väsby 143 582
4 Täby 61 272
5 Lidingö 43 318
6 Åkersberga 33 944
7 Vallentuna 32 394
8 Märsta 28 445
9 Boo 24 052
10 Enköping 23 271
Fonte: Statistiska centralbyrån (SCB)

Note

  1. ^ (SV) Folkmängd i landskapen den 31 december 2016, Statistiska centralbyrån, 21 marzo 2017. URL consultato il 24 novembre 2017.
  2. ^ [1]
  3. ^ Svenskt ortnamnslexikon/2003
  4. ^ a b (SV) Nationalencyklopedin: Uppland, www.ne.se
  5. ^ (SV) Sigtunahöjden.se
  6. ^ Nota: secondo il Lantmäteriets stora Sverigeatlas, 2003, ISBN 91-588-9003-3.

Altri progetti

Altri progetti

Collegamenti esterni

Controllo di autoritàVIAF (EN235074960 · GND (DE4119315-5 · WorldCat Identities (EN235074960
Chester (Pennsylvania)

Chester è una città nella Contea di Delaware, in Pennsylvania. Secondo il censimento del 2000 conta 36.854 abitanti. È situata sul Delaware River, tra Filadelfia e Wilmington, Delaware.

Djursholm

Djursholm è una località della Svezia, capoluogo del comune di Danderyd nella contea di Stoccolma; è inclusa nella municipalità dell'area urbana di Stoccolma.

Eanmund

Eanmund, dal proto-norreno *Aiwamunduz (proto-norreno orientale Ēmund) o *Āmunduz (proto-norreno orientale Āmund), (... – Uppland, fine VI secolo), è stato un semi-leggendario principe sueone della casata dei Yngling/Scylfing, di Uppsala.

Al contrario dei suoi parenti, Eanmund è menzionato solo nel Beowulf.

Quando il padre Ohthere morì, il fratello minore Onela, suo zio, usurpò il trono svedese. Eanmund assieme al fratello Eadgils si rifugiarono presso i Geati; questo spinse Onela ad attaccarli, motivato anche dal fatto che il padre del re dei Geati Heardred aveva ucciso il padre di Onela, Ongenþeow. Nella battaglia Eanmund fu ucciso dal campione di Onela, Weohstan, e anche Heardred cadde. Eadgils tuttavia sopravvisse e, secondo il poema, il nuovo re e cugino di Heardred, Beowulf più tardi lo aiutò a vendicare Eanmund e Ohthere uccidendo Onela, evento che compare anche nelle fonti scandinave.

Nella storia, Weohstan prese la spada di Eanmund che tramandò a suo figlio Wiglaf, che la usò nella battaglia contro il drago con Beowulf.

Enköping

Enköping (nel medioevo nota anche con il suo nome latino Encopia) è una città della Svezia capoluogo dell'omonimo comune, conta 20.204 abitanti e si trova nella contea di Uppsala. La città ospita varie industrie manifatturiere, un ospedale e il Reggimento Uppland dell'Esercito svedese.

Gustavo di Svezia

Gustavo di Svezia (nome completo Frans Gustav Oscar Bernadotte; Stoccolma, 18 giugno 1827 – Oslo, 24 settembre 1852) fu principe di Svezia e Norvegia e duca di Uppland dalla nascita e apprezzato musicista e compositore.

Gästrikland

Gästrikland (anche: Gestricia, Gastrikland, Gestrikland) è una provincia storica (landskap) della Svezia centro-orientale. È la provincia più meridionale della regione di Norrland e, a livello amministrativo, fa parte della contea di Gävleborg.

Confina con le province di Uppland, Västmanland, Dalarna e Hälsingland, e si affaccia al mare, a est, sul golfo di Botnia.

Storicamente, il territorio era suddiviso tra due città dotate di statuto e due distretti di corte (tingslag). Le città erano: Gävle (che ottenne lo status cittadino nel 1400) e Sandviken (1943). I distretti di corte erano i distretti della Gestricia Orientale e della Gestricia Occidentale.

Iscrizione runica Fv1986 84

Questa pietra runica, catalogata nel Rundata come iscrizione runica U Fv1986;84, fu scoperta nel 1984 nell'isola di Lidingö nell'Uppland, in Svezia. La pietra è risalente all'epoca vichinga. L'iscrizione narra del maestro runico Åsmund che scolpì queste rune in memoria di suo nonno. È stata scolpita nello stile Pr3 - Pr4.

L'iscrizione è inusuale perché ricorda il nonno. In tutta la Scandinavia, solo nove pietre runiche menzionano un nonno e le altre otto sono tutte nell'area circostante al lago Mälaren.

Iscrizione runica U 871

Questa pietra runica è originaria di Ölsta, un villaggio dell'Uppland in Svezia.

Si crede che questa pietra sia rimasta nel luogo originale fino al 1896. Il luogo era vicino alla Eriksgata, la strada che il re percorse dopo esser stato eletto alle Pietre di Mora, per accettare i suoi doveri.

La pietra è stata venduta per 50 Corone svedesi nel 1896 al fondatore di Skansen, Artur Hazelius, dove rimane tutt'oggi.

Nel 1991, l'autorità svedese ha ricolorato la pietra per vedere come il colore protegge la pietra dalle intemperie e dal muschio. Si crede che la colorazione della pietra la protegga per almeno 40 anni.

Lidingö

Lidingö è una cittadina (tätort) della Svezia centrale, situata nella contea di Stoccolma; è il capoluogo amministrativo della municipalità omonima.

Mälaren

Il Mälaren è il terzo più grande lago della Svezia, dopo i laghi Vänern e Vättern. La sua area è di 1140 km² e la maggiore profondità di 64 m. Il lago è vicino alle sponde del mar Baltico, col quale comunica in corrispondenza di Stoccolma attraverso il Södertälje kanal, Norrström, Slussen e Hammarbyslussen. La baia più orientale del Mälaren, nel centro della capitale, si chiama Riddarfjärden. Il lago è situato in Svealand e circondato dalle province di Uppland, Södermanland, Närke, e Västmanland. Le sue due maggiori isole sono Selaön (91 km²) e Svartsjölandet (79 km²).

Ohthere

Ohthere, Ohtere (raro Ohþere), dal proto-norreno *Ōhtaharjaz o *Ōhtuharjaz ("guerriero temuto") oppure Óttarr, Óttarr vendilkráka (in svedese moderno Ottar Vendelkråka, "Cornacchia di Vendel") (Uppland, fine V secolo – Vendsyssel, 530), è stato un semi-leggendario re sueone della casata dei YnglingYngling/Scylfing, di Uppsala.

Olaus Laurentii

Olaus Laurentii trasposizione in latino di Olof Larsson (... – 25 giugno 1438) è stato un religioso svedese, Arcivescovo di Uppsala dal 1432 al 1438.

Olaus Laurentii proveniva dalla provincia dello Uppland e studiò presso le università di Praga, Lipsia e Parigi. Fu eletto decano della Cattedrale di Uppsala nel 1417 ed Arcivescovo di Uppsala nel 1432 (fu ordinato a Roma il 18 maggio).

Nel conflitto tra il re Eric di Pomerania, a capo dei paesi dell'Unione di Kalmar, e l'arcivescovo Johannes Gerechini nel 1419, Olaus agì in qualità di diplomatico al servizio del re e fu inviato a Roma per negoziare la deposizione di Gerechini e l'elezione a nuovo Arcivescovo di Johannes Haquini (avvenuta nel 1422). Alla morte di questi, nel 1432, il capitolo elesse Olaus come nuovo Arcivescovo. Olaus Laurentii era stato per molto tempo a Roma, ed era in buoni rapporti con il pontefice, ma il re preferì Arnold di Bergen. Alla morte di quest'ultimo, fu sostituito da Torlav di Bergen. Olaus fu accettato dal sovrano come Arcivescovo solo nel 1435, durante la rivolta di Engelbrekt Engelbrektsson. Nel 1436, Olaus e l'Alto Consiglio di Svezia, da lui presieduto, voltarono le spalle al re e si unirono alla rivolta. Nel 1435, Olaus consacrò la nuova Cattedrale di Uppsala, che era stata in costruzione per due secoli.

Gli storici sostengono che Laurentii sia stato avvelenato da latte di mandorla avvelenato; responsabile sarebbe stato l'allora reggente Karl Knutsson.

Onela

Onela, proto-norreno *Anula (diminutivo con suffisso -l di un nome che iniziava con *Anu- o direttamente dell'appellativo *anuz, "antenato") (Uppsala, VI secolo d.C. – Uppland, VI secolo d.C.), è stato, secondo il Beowulf, un semi-leggendario re sueone della casata dei Yngling/Scylfing, di Uppsala.

La sua figura probabilmente coincide con Áli (la forma norrena di Onela, nome reso anche con Ole, Åle o Ale) che aveva l'appellativo hinn Upplenzki ("da Uppland"), citato nella Saga degli Ynglingar e nello Ynglingatal.

Era il figlio di Ongenþeow e il fratello di Ohthere; usurpò il trono dello Svealand, ma fu ucciso da suo nipote Eadgils, che vinse grazie all'aiuto estero.

Polacksbacken

Polacksbacken (letteralmente "il colle dei polacchi") è un'area a ridosso della città di Uppsala situata ad ovest del Fyrisån, circa due chilometri a sud dal centro città. Storico sito militare fin dal Sedicesimo secolo, sede del reggimento Uppland, l'area ospita oggi un campus dell'Università di Uppsala.

Esistono diversi aneddoti circa l'origine del nome. Una versione l'attribuisce al fatto che, sotto il regno di Giovanni III, il sito fosse l'accampamento di truppe polacche, che all'epoca erano comunemente parte dell'esercito svedese. Johannes Shefferus l'attribuisce invece al fatto che le truppe polacche di Sigismondo III fossero ivi accampate.

Regioni della Svezia

Le regioni della Svezia si caratterizzano come aree geografiche e non hanno alcuna valenza amministrativa. Corrispondono storicamente a gruppi di province e oggi di contee.

Roslagen

Roslagen è il tratto di costa appartenente alla provincia svedese di Uppland, a nord di Stoccolma, in Svezia. A quest'area appartengono anche le isole prospicienti la costa dell'Uppland. Sebbene non ci siano dei confini chiaramente definiti, si ritiene che il Roslagen si estenda da Danderyd a sud fino a Östhammar a nord.

In realtà, la questione dell'estensione del Roslagen è fonte di dibattiti nel paese scandinavo, giacché alcuni ritengono che essa sia inferiore rispetto a quanto scritto in precedenza e che comprenda cioè soltanto i comuni di Vaxholm, Österåker, Norrtälje e Östhammar. Altri invece includono anche Värmdö a sud e fissano il confine settentrionale a Älvkarleby.La città di Norrtälje viene talvolta chiamata "la capitale del Roslagen". Altre città importanti sono Danderyd, Djursholm, Hallstavik, Rimbo, Täby, Vaxholm, Åkersberga, Älmsta, Öregrund e Östhammar, mentre le isole principali sono Väddö, Ljusterö, Gräsö e Singö.

Rundata

Il database nordico delle iscrizioni runiche (svedese: Samnordisk runtextdatabas) è un progetto partito il 1º gennaio 1993 presso l'Università di Uppsala, nell'omonima città della Svezia. L'obbiettivo del progetto è la catalogazione delle iscrizioni runiche in formato leggibile ai computer, in modo da metterle a disposizione di future ricerche. Nell'edizione corrente, pubblicata il 18 settembre 2004, sono inserite oltre 6000 iscrizioni.

Il database del progetto è disponibile gratuitamente via Internet assieme a un client per Microsoft Windows chiamato Rundata, o, per gli altri sistemi operativi, in formato testuale ASCII.

Svealand

Lo Svealand, oppure Svezia Propria (raramente o storicamente), è una delle regioni storiche di cui è composta la Svezia. Si trova nella Svezia centro-meridionale, compresa fra Norrland e Götaland. Storicamente i suoi abitanti erano chiamati Svear.

Il nome della Svezia in Svedese, Svea Rike (oggi Sverige) o il "Regno degli Svedesi" originalmente si riferiva solo allo Svealand. Altre forme sono Sweoðeod (Vecchio norvegese/Islandese Svíþjóð), e Sweorice. Come i domini dei re svedesi crebbero, il nome Svealand cominciò ad essere usato per distinguere il territorio originale dal resto, che divenne la Svezia.

Lo Svealand è caratterizzato da pianure costiere nella parte orientale e da bassi altipiani a ovest, al confine con la Norvegia.

Södermanland

Södermanland è una provincia storica (landskap) della Svezia sud-orientale. È situata nella regione di Svealand e fa parte, a livello amministrativo, della contea di Södermanland e di Stoccolma.

Confina con le province di Östergötland, Närke, Västmanland e Uppland.

Il confine settentrionale con la provincia di Västmanland è rappresentato dal vasto lago Mälaren e la provincia si affaccia, ad est, sul Mar Baltico.

Svezia Province della Svezia
Götaland
Svealand
Norrland

In altre lingue

This page is based on a Wikipedia article written by authors (here).
Text is available under the CC BY-SA 3.0 license; additional terms may apply.
Images, videos and audio are available under their respective licenses.