Scogliera

La scogliera è una struttura rocciosa marina a barriera formata da gruppi di scogli disposti in fila che generalmente si trovano al pelo dell'acqua, a volte affioranti, a volte sommersi a poca profondità. Per questa sua caratteristica la scogliera costituisce un pericolo per la navigazione.[1][2][3][4]

Las Canteras Beach - La Barra - Las Palmas Gran Canaria
La Barra, scogliera che protegge la spiaggia di Las Canteras a Las Palmas de Gran Canaria.

Geologia

L'azione erosiva del mare contro una parete rocciosa si esplica tramite le onde, soprattutto durante le burrasche, sia per la pressione della massa d'acqua delle onde stesse che s'infrangono contro la parete, sia perché lanciano sabbia, ghiaia e ciottoli contro la base della parete stessa, producendo una sorta di scanalatura detta "solco di battente". L'erosione è favorita anche da altri fattori che indeboliscono la struttura della parete, come la composizione eterogenea delle rocce che la compongono, gli interstrati, le fessure che attraversano la parete e l'azione chimica dell'acqua salata.

Man mano che l'erosione approfondisce il solco, la parete soprastante s'indebolisce finché non crolla e i detriti prodotti rimangono ai piedi della falesia a costituire la scogliera; questa, durante l'alta marea, si trova sotto il pelo dell'acqua, ma con la bassa marea emerge e costituisce una barriera naturale contro il frangersi delle onde, rallentando così il regresso della falesia.[5][6]

Scogliere coralline

Coral reef diagram
Schema di una scogliera corallina marginale.

Le scogliere possono anche essere di origine biotica, cioè prodotte da organismi viventi, e in questo caso si parla di barriere coralline. Si tratta infatti di grandi strutture rocciose a barriera formatesi dalle secrezioni carbonatiche di alcuni dei numerosi organismi marini che vi abitano, principalmente da coralli madreporari e da alghe coralline. Le loro strutture scheletriche, dopo la morte, vengono aggredite da altri organismi che le riducono in piccoli pezzi ai quali poi si mischia sedimento di origine mista che funziona da cemento e solidifica il tutto insieme al carbonato che precipita dall'acqua circostante.

Le scogliere coralline si trovano in acque calde tropicali, poco profonde (meno di 60 metri) e limpide: questo perché le zooxantelle che vivono in simbiosi con i coralli hanno bisogno della luce solare per poter svolgere la fotosintesi. Le scogliere coralline possono essere classificata in tre tipologie: la scogliera marginale, che si sviluppa direttamente dalla costa, la scogliera a vallo, che corre parallela alla costa ma ne è separata da una laguna, e l'atollo, una scogliera di forma più o meno circolare sviluppatasi attorno ad una laguna dovuta al lento sprofondamento sott'acqua della cima di un vulcano spento. La struttura fondamentale di una scogliera corallina è comunque sempre la medesima: c'è un fronte di scogliera più o meno ripido che si affaccia verso il mare aperto, poi in alto c'è una cresta di scogliera poco profonda o affiorante dal pelo dell'acqua e infine nella parte retrostante una parte pianeggiante poco profonda detta piano di scogliera.[7]

Scogliere artificiali

Portland harbour hood entrance
Frangiflutti di Portland Harbour, sull'isola di Portland, in Inghilterra.

Una scogliera può essere di natura artificiale se costruita dall'uomo accumulando massi naturali o elementi artificiali di calcestruzzo a formare una barriera simile alle scogliere naturali. Lo scopo è quello di creare una sorta di diga (e perciò viene detta anche "diga di scogliera") parallela alla costa e vicino ad essa affinché questa sia protetta sia dall'alta marea sia dall'erosione provocata dall'azione del moto ondoso. Non sono dette scogliere artificiali quelle opere costruite nei letti di fiumi e torrenti come prevenzione dalle frane bensì argini.[1][3][4]

Note

  1. ^ a b Bardesono di Rigras, p. 322.
  2. ^ Sabatini-Coletti, Scogliera, su dizionari.corriere.it. URL consultato il 20-11-2009.
  3. ^ a b Gabrielli (Hoepli), Scogliera , su dizionari.hoepli.it. URL consultato il 20-11-2009.
  4. ^ a b Treccani, Scogliera (XML), su treccani.it. URL consultato il 20-11-2009.
  5. ^ Bosellini, p. 28
  6. ^ Toniolo, p. 254
  7. ^ Barnes, p. 226.

Bibliografia

  • Carlo Bardesono di Rigras, Vocabolario marinaresco, 1932 (ristampa Roma, Editrice Incontri Nautici, 2005, ISBN 88-85986-20-X)
  • Robert D. Barnes, Zoologia: gli invertebrati, Padova, Piccin, 1985, ISBN 88-299-0359-0.
  • Alfonso Bosellini, Tettonica delle Placche e Geologia, Ferrara, Italo Bovolenta Editore, 1978 (1992), ISBN 88-08-00158-X.
  • Antonio Renato Toniolo, Compendio di geografia generale, Milano-Messina, Casa editrice Giuseppe Principato, 1959.

Altri progetti

Altri progetti

Collegamenti esterni

Controllo di autoritàGND (DE4126569-5
Acquario di Genova

L'Acquario di Genova è il più grande acquario italiano, terzo in Europa, dopo quello di Mosca, in Russia e quello di Valencia, in Spagna e il nono nel mondo. Si trova a Ponte Spinola, nel cinquecentesco porto antico di Genova.

Di proprietà di Porto Antico di Genova SpA e gestito dalla società Costa Edutainment SpA, è stato inaugurato nel 1992 in occasione delle Colombiadi, ossia della Expo celebrativa del cinquecentesimo anniversario della scoperta dell'America. La progettazione della struttura e dell'area limitrofa è dell'architetto Renzo Piano, l'allestimento degli interni è stato curato dall'architetto Peter Chermayeff. Successivamente è stato a più riprese ampliato. Al momento della sua inaugurazione era il secondo Acquario più grande al mondo.

Dall'apertura al 2014 è stato visitato da oltre 25 milioni di visitatori, con una media di 1,2 milioni all'anno.

Adalia

Adalia (in turco Antalya, in greco Αττάλεια, Attália o anche Sattalia) è una città della Turchia, capoluogo della provincia omonima, situata sul golfo di Adalia alle pendici dei monti del Tauro occidentale.

La popolazione della città è di circa un milione di abitanti. Situata su una scogliera piuttosto ripida, Adalia è una città pittoresca circondata dalle montagne, dalle foreste, dal mar Mediterraneo e da molte rovine risalenti ai tempi degli antichi greci. Ospita un noto museo archeologico. Gli sviluppi nel settore di turismo, cominciati negli anni settanta, hanno trasformato la città in un centro molto visitato e noto, quindi è chiamata "capitale del turismo turco", oltre ad essere diventata un riferimento nell'automobilismo turco, dopo essersi aggiudicata un posto nel prestigioso Campionato del mondo rally, che ha portato alla ribalta mondiale la città.

Amministrativamente Adalia costituisce uno dei comuni metropolitani della Turchia formato dai centri urbani di 5 distretti: Aksu, Döşemealtı, Kepez, Konyaaltı, Muratpaşa.

Atollo

Un atollo è una scogliera madreporica circolare che racchiude una laguna interna, collegata al mare da canali chiamati pass.Gli atolli rappresentano il tipo più complesso di scogliera corallina sia per la morfologia, sia per le origini. Si sviluppano in mare aperto soprattutto nella regione indopacifica (oceano Indiano e oceano Pacifico) nella fascia intertropicale, in corrispondenza di isole vulcaniche sommerse, spesso a grande distanza dalla piattaforma continentale e dalle grandi isole.

Ex Poveglia

Ex Poveglia (propriamente ex batteria Poveglia) detta anche Forte di Mezzo è un'isola (3.869 m²) della Laguna Veneta. Situata sul canale Re di Fisolo, era una delle otto Batterie che difendevano la città e per questo sede di un fortino.

Una semplice installazione militare su palafitte doveva essere già presente sin dai tempi della Serenissima e fu ricostruita durante le amministrazioni austriaca e italiana.

Il complesso era costituito da due costruzioni di forma semicircolare con casermetta, polveriere, profili e una scogliera artificiale a scopo difensivo.

Durante il primo conflitto mondiale vi furono alloggiate delle batterie contraeree.

Attualmente l'isola, di proprietà privata, è in completa decadenza

Katsuya Kondō

Katsuya Kondō (近藤 勝也 Kondō Katsuya?; Prefettura di Ehime, 2 giugno 1963) è un fumettista, character designer, animatore e direttore dell'animazione giapponese.

I suoi lavori di character design in quasi tutti i film dello Studio Ghibli sono considerati l'epitome del cosiddetto "stile Ghibli". Inoltre ha curato i personaggi del videogioco per PlayStation Jade Cocoon

Dopo aver completato gli studi liceali, iniziò a lavorare presso Osamu Dezaki ed Akio Sugino nel loro Studio Annapuru. Sotto la direzione di Shinji Ōtsuka, Kondō fu animatore della serie anime Occhi di gatto. Successivamente operò come free agent in altri programmi televisivi, quali Mighty Orbots, Iridella ed I Gummi, prima di venire assunto dall'allora neonato Studio Ghibli come direttore dell'animazione de Il castello nel cielo. Dopo aver prestato la sua manodopera per la Gainax in Le ali di Honneamise e negli OVA Devilman e Meikyū Bukken File 538, Kondō si fece conoscere per l'elevata qualità del suo operato.

Kondō collaborò con Kenichi Sakemi per un manga trattante la storia di Giovanna d'Arco, così come per il character design della succitata serie videoludica di Jade Cocoon per il film per la NTV Kumo no yō ni kaze no yō ni (basato sul romanzo di Sakemi Kōkyū Monogatari). Lavorò anche con Tomomi Mochizuki per il lungometraggio della NHK Minna no Uta e per il videoclip Kaze no Tōri Michi, prodotto dalla Ajia-do Animation Works per Sayuri Horishita. Nel 2007, ritornò allo Studio Ghibli come supervisore dell'animazione di Ponyo sulla scogliera. Scrisse anche il testo della canzone del film.

Le dee della scogliera del pescecane

Le dee della scogliera del pescecane (She Gods of Shark Reef) è un film d'avventura statunitense del 1958 diretto da Roger Corman.

Lewis Allen

Lewis Allen (Oakengates, 25 dicembre 1905 – Santa Monica, 3 maggio 2000) è stato un regista britannico.

Nervi (Genova)

Nervi è un quartiere residenziale di 10 739 abitanti del comune di Genova, compreso nel Municipio IX Levante. Un tempo comune autonomo, nel 1926 venne aggregato alla Grande Genova.

Situato all'estrema periferia orientale del capoluogo genovese, dispone di un porto turistico, di una lunga scogliera sulla quale è stata costruita la lunga passeggiata intitolata ad Anita Garibaldi.

Nisshin Seifun

Nisshin Seifun è uno spot televisivo d'animazione del 2010, disegnato da Gorō Miyazaki, diretto da Katsuya Kondō e realizzato dallo Studio Ghibli per celebrare i 110 anni di attività dell'azienda Nisshin Seifun, specializzata in prodotti alimentari.

Il gattino protagonista dello spot, Konyara, è stato creato da Toshio Suzuki, produttore dello Studio Ghibli. La figlia del regista, che era stata la doppiatrice originale di Ponyo nel film Ponyo sulla scogliera, è la bambina che parla alla fine dello spot.

Lo spot è stato realizzato in due versioni di 15 e 30 secondi, utilizzando la particolare tecnica di animazione della "matita a pennello", primo esempio del genere per lo Studio Ghibli

Parco delle sculture (Siracusa)

Il parco delle sculture di Siracusa o Parco 01 è un'esposizione permanente di sculture e installazioni d'arte lungo la scogliera prospiciente alla pista ciclabile Rossana Maiorca.

Il parco è stato inaugurato il 12 dicembre 2015 ed è stato interamente finanziato da fondi europei atti alla promozione del territorio e dell'arte. Alla direzione artistica del progetto (chiamato Rebuilding the future) nonché alla scelta degli artisti e delle opere site specific ha contribuito Marco Pierini con il sostegno del Comune di Siracusa. La scelta del logo del parco è avvenuta attraverso un sondaggio online.

Sono state scelte le opere di 10 artisti: Davide Bramante, Francesco Carone, Vittorio Corsini, Federico Gori, James Harris, Helena Hladilová e Namsal Siedlecki, Adalberto Mecarelli, Ignazio Mortellaro, Moira Ricci e Michele Spanghero.

Ponyo sulla scogliera

Ponyo sulla scogliera (崖の上のポニョ Gake no ue no Ponyo?), anche conosciuto con il titolo internazionale Ponyo on the Cliff by the Sea ("Ponyo sulla scogliera vicino al mare"), è un film d'animazione giapponese del 2008 prodotto dallo Studio Ghibli, scritto e diretto da Hayao Miyazaki basandosi sul racconto Iya Iya En della scrittrice giapponese Rieko Nakagawa, illustrato da Yuriko Yamawaki.

Il film è uscito nelle sale giapponesi il 19 luglio 2008 e ha partecipato in concorso alla 65ª Mostra del cinema di Venezia. In Italia il film è stato distribuito nelle sale il 20 marzo 2009.

Ha vinto il premio come miglior film d'animazione ai Japan Academy Awards.

Scogliera Beall

La scogliera Beall (in inglese Beall Reefs) è una scogliera antartica sottomarina, facente parte dell'arcipelago Windmill.

Localizzata ad una latitudine di 66° 18' sud e ad una longitudine di 110°27' est, la scogliera dista poco più di 2 km dall'Isola Beall, da cui prende il nome, e si trova a meno di 2 metri di profondità. La zona è stata scoperta nel 1961 da una spedizione partita dalla stazione Wilkes.

Scogliera Dahl

La scogliera Dahl (in inglese Dahl Reef) è una scogliera antartica facente parte dell'arcipelago Windmill.

Localizzata ad una latitudine di 66° 14' sud e ad una longitudine di 110°28' est, la scogliera è lunga circa 46 metri ed è stata scoperta durante la spedizione ANARE del 1962. Il luogo è stato intitolato a Egil Dahl ufficiale di una nave della spedizione.

Scogliera Gibney

La scogliera Gibney (in inglese Gibney Reef) è una scogliera antartica facente parte dell'arcipelago Windmill.

Localizzata ad una latitudine di 66° 15' sud e ad una longitudine di 110°29' est, la scogliera è lunga circa 1 km e dista poco più di 2 km dalla cosa Budd. La zona è stata mappata per la prima volta mediante ricognizione aerea dalla USS Glacier nel febbraio 1957. È stata intitolata dalla US-ACAN al marinaio Joseph Gibney dopo che l'idea di quest'ultimo di chiamare il luogo scogliera Mussolini era stata scartata.

Scogliera a Etretat

Scogliera a Étretat è un dipinto a olio su tela (66x81 cm) realizzato nel 1886 dal pittore francese Claude Monet. È conservato nel Museo Puškin di Mosca.

Nel settembre del 1886 Monet soggiorna a Étretat per la seconda volta.

Scoglio a Pizzo

Scoglio a Pizzo è un'isola dell'Italia sita nel mar Ionio, in Sicilia.

Amministrativamente appartiene a Siracusa, comune italiano capoluogo di provincia.

Si trova tra Punta Spuntone e Punta Scogliera.

Scopulus

Scopulus (plurale: scopuli) è un termine che in latino indica una rupe o una scogliera. È utilizzato in esogeologia per indicare formazioni geologiche simili a scarpate o a forti scoscendimenti dalla forma irregolare presenti sulla superficie di pianeti o altri corpi celesti; è in opposizione a rupes, che invece indica una scarpata relativamente rettilinea e regolare. Il nome di scopulus è stato assegnato unicamente a strutture presenti sul pianeta Marte.

Molte di queste formazioni presenti sul pianeta rosso sono situate lungo i bordi di crateri ed alcune presentano le prove di una passata erosione dovuta alla presenza di acqua. Altre volte questi bordi, grazie alla precaria stabilità ed al ghiaccio che allarga le crepe lungo la scarpata, sono teatro di valanghe che fanno rotolare il materiale presente lungo lo scosceso pendio.

Valle Lagorara

La Valle Lagorara è una vallata, solcata dall'omonimo torrente, nel comune di Maissana (SP), situata nell'alta Val di Vara e in cui si trova un sito archeologico scoperto nel 1988.

A circa 750 s.l.m., il sito comprende una fascia di terreno lunga alcune centinaia di metri, situata in prevalenza tra il rio Lagorara ed il versante occidentale del Monte Scogliera.

L'area archeologica è costituita da un'antica miniera a cielo aperto di diaspro, il cui periodo di sfruttamento è stato attivo tra il 3500 a.C. e il 2000 a.C..

Sulla base dei ritrovamenti avvenuti, il Museo Archeologico di Chiavari ha condotto una serie di scavi che hanno portato ad individuare:

due principali aree di estrazione del materiale;

due ripari collocati nel versante opposto rispetto alle aree di scavo;

numerosi reperti (schegge di scarto, frammenti di percussori, resti di oggetti in ceramica o in steatite utilizzati dagli antichi minatori).Si suppone che l'attività della cava producesse semilavorati destinati ad essere trasportati altrove.

Whitby

Whitby è una cittadina di 13.594 abitanti della contea del North Yorkshire, in Inghilterra. Oggi è un porto di pescatori e una celebre meta turistica. È situato a 46 miglia (74 km) da York, alla foce del fiume Esk e si estende lungo la stretta valle scavata dal fiume stesso.

Qui è nato l'attore Samuel Barnett (attore).

In altre lingue

This page is based on a Wikipedia article written by authors (here).
Text is available under the CC BY-SA 3.0 license; additional terms may apply.
Images, videos and audio are available under their respective licenses.