Morava meridionale

La Morava meridionale (in Serbo, Јужна Морава, Južna Morava) è un fiume che nasce nella Repubblica di Macedonia e scorre in Kosovo e nella Serbia centrale dove, incontrandosi con la Morava Occidentale dà luogo alla Grande Morava.

Morava meridionale
StatiMacedonia del Nord Macedonia del Nord
Serbia Serbia
Lunghezza295 km
Portata media100 m³/s
Bacino idrografico15 469 km²
Nascecatena della Skopska Crna Gora (Macedonia)
SfociaMorava Occidentale presso Stalać, dando luogo alla Grande Morava

Sorgenti

Le sorgenti della Morava meridionale si trovano a nord della capitale macedone Skopje, nella catena della Alpi dinariche. Due piccoli corsi d'acqua, la Ključevska reka e la Slatinska reka si uniscono a formare il fiume Golema che, entrato in territorio kosovaro, prende il nome di Binčaka Morava. Dopo 49 km incontra la Preševska Moravica presso Bujanovac, e per il restante corso di 246 km è chiamato Morava meridionale.

Geografia

Juzna Morava
Morava meridionale

Il fiume appartiene al bacino idrografico del Mar Nero, e la sua area di drenaggio è 15.469 km². La valle in cui scorre è caratterizzata da una serie di gole e di depressioni che si susseguono per tutto il suo corso.

La sua portata media è di 100 m³/s e non è navigabile.

Le regioni lungo il suo corso hanno subito nel corso del tempo una quasi completa deforestazione. Questo ha causato uno dei più gravi casi di erosione presente nei Balcani. Il terriccio non più trattenuto dalle radici degli alberi, durante le piogge, finisce nell'alveo del fiume che porta con sé una grande quantità di sedimenti fino alla confluenza nella Grande Morava. L'innalzamento conseguente del letto del fiume è motivo di frequenti inondazioni.

Affluenti

La Morava meridionale ha 157 affluenti. I più importanti sono, ad ovest, la Jablanica, la Veternica, la Pusta reka e la Toplica. A est, la Nišava e la Moravica.

Economia

Le acque del fiume sono utilizzate prevalentemente per scopi agricoli, anche se è stata costruita una grande centrale idroelettrica lungo il suo corso per sfruttare la potenza delle sue acque, centrale che, però, non viene utilizzata.

Sono i collegamenti a sfruttare maggiormente la valle della Morava meridionale: lungo il corso del fiume, infatti, sono state costruite la linea ferroviaria e l'autostrada che da Belgrado portano a Skopje e da lì a Salonicco.

Bibliografia

  • Mala Prosvetina Enciklopedija, Terza edizione (1985); Prosveta; ISBN 86-07-00001-2
  • Jovan Đ. Marković (1990): "Enciklopedijski geografski leksikon Jugoslavije"; Svjetlost-Sarajevo; ISBN 86-01-02651-6

Voci correlate

Altri progetti

Altri progetti

Collegamenti esterni

Controllo di autoritàVIAF (EN233866959 · LCCN (ENsh98004027 · GND (DE4449212-1 · WorldCat Identities (EN233866959
25ª Divisione serba

La 25ª Divisione serba, in cirillico Двадесетпета српска дивизија, in serbo-croato Dvadesetpeta srpska divizija, è stata una formazione militare dell'Esercito Popolare di Liberazione della Jugoslavia che venne costituita il 21 giugno 1944 in Serbia meridionale per partecipare alla campagna di liberazione finale del territorio occupato e sconfiggere le truppe tedesche e i reparti collaborazionisti cetnici, durante la Seconda guerra mondiale sul Fronte jugoslavo.

Albanesi del Kosovo

Gli albanesi del Kosovo (in albanese Shqiptarët e Kosovës, comunemente detti albanesi kosovari, anche solo ‘’kosovari’’ o ‘’cossovari’’, costituiscono il più grande gruppo etnico in Kosovo.

Secondo il censimento jugoslavo del 1991, boicottato dagli albanesi, vi erano 1.596.072 albanesi in Kosovo, pari all'81,6% della popolazione. Secondo la stima nel 2000, tra 1.584.000 e 1.733.600 erano gli albanesi in Kosovo, l'88% della popolazione; oggi la loro quota di popolazione è del 92,93%. Gli albanesi del Kosovo parlano l’albanese nel dialetto ghego.

Fiumi della Serbia

I principali fiumi della Serbia sono il Danubio, la Sava e il sistema della Morava. Il Danubio entra in Serbia a Nord, al confine con l'Ungheria, scorre verso sud costituendo per alcuni chilometri la frontiera con la Croazia, bagna le città di Novi Sad, Belgrado e Smederevo, ricevendo le acque di molti affluenti tra cui la Sava e il Tibisco. Procedendo in direzione sud-est segna il confine con la Romania. La Sava entra in Serbia dalla Bosnia ed Erzegovina e sfocia nel Danubio all'altezza di Belgrado. Il Sistema della Morava è formato dalla Binačka Morava che nasce in Macedonia e che, incontrando la Preševska Moravica dà vita alla Morava Meridionale che da Sud a Nord corre nella Serbia Centrale, bagna la città di Vranje e scorre nei pressi di Niš, fino ad incontrare la Morava occidentale che scorre da est ad ovest, bagna le città di Čačak, Kraljevo e Kruševac. La Morava occidentale e la Morava Meridionale, si uniscono dando vita alla Grande Morava che sfocia nel Danubio a nord-est di Smederevo.

Geografia del Kosovo

Il Kosovo è situato nella parte sud-occidentale della Penisola Balcanica.

Il suo piccolo territorio è prevalentemente montuoso ed è senza sbocco al mare.

Il paese è situato fra i 41°30' e i 43°30' di latitudine nord e tra i 20° e i 22° di longitudine est. Il punto più meridionale del paese è a 41 52' 30" di latitudine nord, un picco che condivide il confine con Albania e Macedonia, nella municipalità di Dragash.

Grande Morava

La Grande Morava (in Serbo, Velika Morava, Велика Морава) è il tratto terminale del sistema fluviale serbo della Morava (da non confondere col fiume Morava dell'Europa centrale).

Nasce dalla confluenza della Morava meridionale (Južna Morava, Јужна Морава) e della Morava occidentale (Zapadna Morava, Западна Морава) nei pressi della cittadina di Stalać.

Morava occidentale

La Morava Occidentale (in serbo: Zapadna Morava in cirillico: Западна Морава) è un fiume della Serbia centrale. Lungo 308 km, nasce nei pressi della città di Požega dalla confluenza di Golijska Moravica e Đetinja e confluisce nella Grande Morava al momento di incontrare lo Južna Morava. L'incontro con lo Skrapež, pochi chilometri dopo, è oggetto di studi sulla possibilità che anche quest'ultimo possa essere considerato la parte iniziale del fiume.

Offensiva del Kosovo (1915)

L'Offensiva del Kosovo (in bulgaro Косовска настъпателна операция, trasl: Kosovska nastŭpatelna operatsiya) fu uno scontro che ebbe luogo in questa regione tra il 10 novembre e il 4 dicembre 1915, durante la Prima Guerra mondiale. Questa battaglia segnò la capitolazione della Serbia.

Sitnica

La Sitnica (albanese: Sitnicë; serbo: Ситница) è un fiume del Kosovo, lungo 90 km. Si riversa nelle acque dell'Ibar a Kosovska Mitrovica, ed è il fiume più lungo che scorre completamente in territorio kosovaro.

Il Sitnica nasce dal colle Sazlija, a nord della città di Uroševac, e nel suo tratto iniziale è chiamato anch'esso Sazlija.

Scorre principalmente verso nord, così coma la maggior parte dei fiumi della piana del Cossovo, sulle pendici occidentali del monte Žegovac, dal quale riceve i fiumi tributari di destra come lo Žegovska, a sud di Lipljan, vicino ai villaggi di Muhadžer Talinovac, Muhadžer Babuš, Robovce (dove riceve le acque del Crnoljeva da sinistra), Topličane, Gracko, Mali Alaš e la città di Lipljan. Il fiume continua verso nord, tra i villaggi di Suvi Do, Skulanovo, Radevo e Batuse, dove entra nel bacino carbonifero del Kosovo (con la miniera principale, Dobri Do, esattamente sul fiume), a ovest di Pristina. In quest'area la Sitnica riceve i suoi maggior affluenti: Gračanka e Prištevka da destra, e la Drenica da sinistra.

Il fiume scorre ad est di Pristina, vicino Kosovo Polje e Obilić e il villaggio di Plemetina, tra il monte Čičavica a ovest, e le pendici settentrionali del Kopaonik, a est. La Sitnica lascia il bacino carbonifero come il più inquinato fiume del Kosovo e della Serbia, fenomeno che si riscontra anche nell'Ibar e nella Morava Meridionale.

Continua verso nord-ovest, vicino ai villaggi di Prilužje, Mijalić, Reka (dove riceve il maggiore affluente, il Lab, da destra), Pestovo (dove riceve le acque dello Slakovačka, da destra), la città di Vučitrn, Senjak, Veliki Kičić e Malo Kičiće, buttandosi nell'Ibar come affluente di destra, a Kosovska Mitrovica, con una portata di 9,5 m³/s.

A causa della bassa inclinazione del suo bacino (3.129 km²) che va dai 560 m del colle Sazlija ai 499 m nel punto di confluenza con l'Ibar, la Sitnica crea molti meandri. Il ponte più lungo sul fiume è il Vojnovića, vicino Vučitrn.

Stefano Nemanja

Stefano Nemanja (in serbo Стефан Немања; 1117 – 13 febbraio 1199) fu un Gran Principe Raška.

È considerato il padre della nazione serba, poiché riunì in un solo stato le diverse entità slave dei Balcani.

Valle di Preševo

La valle di Preševo (in serbo Прешевска долина?, traslitterato Preševska dolina, in albanese Lugina e Preshevës) è una regione della Serbia meridionale composta dai comuni di Bujanovac e Preševo (a volte il comune di Medveđa è compreso nella valle di Preševo). Geopoliticamente, la regione è il centro della comunità albanese in Serbia, con albanesi che comprendono l'89% di Preševo e il 54,6% di Bujanovac.In albanese la zona è denominata Lugina e Preshevës e in serbo come Preševska dolina. Gli albanesi a volte chiamano anche la regione del Kosovo orientale, il che fa riferimento al Vilayet del Kosovo, da cui questa zona fu incorporata nella Serbia nel 1913. A causa delle richieste albanesi di autonomia territoriale, l'uso della "valle di Preševo" è in qualche modo caricato politicamente. Nelle dichiarazioni ufficiali serbe, l'area viene generalmente definita "territorio dei comuni di Preševo, Bujanovac e Medveđa".

XIII Korpus

Il XIII Corpus, in cirillico Тринаести српски корпус in serbo-croato Trinaesti srpski korpus ("Tredicesimo corpo serbo"), è stata una formazione militare dell'Esercito Popolare di Liberazione della Jugoslavia che venne costituita il 7 settembre 1944 in Serbia meridionale per contribuire alla liberazione di quella regione della Jugoslavia, durante la Seconda guerra mondiale sul Fronte jugoslavo.

Il XIII Korpus, formato con i distaccamenti partigiani serbi, raggiunse alcuni importanti successi e partecipò alla liberazione di Niš; venne sciolto alla fine dell'anno 1944 dopo la completa liberazione della Serbia.

In altre lingue

This page is based on a Wikipedia article written by authors (here).
Text is available under the CC BY-SA 3.0 license; additional terms may apply.
Images, videos and audio are available under their respective licenses.