León (Spagna)

León (Llión in leonese[1]) è un comune spagnolo di 135.059 abitanti (2007) situato nella comunità autonoma di Castiglia e León e capoluogo della provincia omonima; situata alla confluenza dei fiumi Bernesga e Torío sul versante meridionale dei Monti Cantabrici.

È luogo di intenso turismo, essendo una città d'arte ricca di monumenti romani, medievali, moderni e antica tappa dell'itinerario seguito dai pellegrini provenienti dal centro Europa verso Santiago de Compostela detto "Camino de Santiago (Cammino di Santiago di Compostela)" e punto di partenza del cammino di San Salvador. È sede universitaria e vescovile.

León
comune
León – Stemma León – Bandiera
León – Veduta
Plaza Mayor
Localizzazione
StatoSpagna Spagna
Comunità autonomaFlag of Castilla y León.svg Castiglia e León
ProvinciaBandera de León.svg León
Amministrazione
AlcaldeEmilio Gutiérrez Fernández (PP) dal 22/05/2011
Territorio
Coordinate42°35′59″N 5°34′18″W / 42.599722°N 5.571667°W
Altitudine837 m s.l.m.
Superficie39,03 km²
Abitanti132 744 (2011)
Densità3 401,08 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale24001–24010
Prefisso987
Fuso orarioUTC+1
Codice INE24089
TargaLE
Nome abitantileonés/esa, llïonés/esa, legionés/sa
PatronoSan Marcello
Giorno festivo5 ottobre
ComarcaTierra de León
Cartografia
Mappa di localizzazione: Spagna
León
León
Sito istituzionale

Geografia fisica

Clima

León ha un clima mediterraneo continentale; le temperature sono fresche, con una media annua di 10,9 °C, le estati sono temperate per via della quota e dalla vicinanza ai monti Cantabrici, mentre gli inverni sono freddi (0 °C - 4 °C); il gelo è molto frequente (74 giorni di gelo all'anno in media). La neve cade a León in media 16 giorni all'anno, ma pesanti nevicate sono rare.

Società

Lingue e dialetti

La lingua leonese è la lingua propria di Leòn.

Storia

San Marcos (León)
Convento di San Marcos

L'insediamento umano inizia come castrum romano della VII Legio (da cui deriva il nome León) fra il 68 e il 70 d.C., sul territorio degli asturi cismontani, popolo celtico del cui derivano i moderni leonesi.

Capitale militare della Hispania Romana, con mura fra le più importanti dell'Impero e che rimangono insieme alle medievali ancora oggi, in seguito alle invasioni barbariche alla metà del VI secolo fu una città "indipendente" fra gli svevi e i visigoti, già cristianizzati e in parte romanizzati che si stabilirono in gran parte della Spagna.

Nel 910 essendo già da quasi due secoli incominciata la lenta Reconquista, guidata all'inizio da alcuni re goti cristiani come il mitico Pelagio, venne costituito il Regno di León, uno dei regni più importanti dell'Europa medievale.

Nel regno di León è nato il parlamentarismo moderno, con le Cortes del 1188 dove i nobili, il clero e il popolo insieme con il re si riunirono per la prima volta in Europa. Il Regno di León possedeva anche "Fueros" in cui veniva garantita la proprietà individuale, e in cui si assicurava che il re non potesse dichiarare la guerra né legalizzare la pace senza il consenso del regno.

Nell'anno 1230 il re di Castiglia non rispettò il testamento di suo padre, re di León, ed "acquistò" il regno dalle legittime ereditiere, le figlie del re leonese: in questo modo nacque il regno di Castiglia e León. Il regno di León riacquistò la sua indipendenza dal 1296 al 1301 e comunque mantenne un parlamento proprio fino al XIV secolo ed ebbe moneta propria fino al Rinascimento.

Monumenti principali

Catedral de León
La Cattedrale
  • Cattedrale di León, capolavoro dello stile gotico maturo che si ispira alle cattedrali francesi detta Pulchra Leonina per la sua bellezza e purezza di stile, iniziata nel 1205, terminata due secoli dopo, ma rimasta inalterata nel suo stile.
  • Real Basílica di Sant'Isidoro, chiesa romanica dedicata a Sant'Isidoro edificata nel luogo dove sorgeva un tempio romano a Mercurio. Risale agli inizi dell'XI secolo. Qua si trova il Panteon Reale di León.
  • Monastero di San Marcos de León, grande complesso conventuale di forme rinascimentali costruito fra il secolo XVI e il XVIII in varie successive fasi.
  • Palacio de los Guzmanes, la cui costruzione fu ordinata da Juan Quiñones y Guzmán, vescovo di Calahorra. Cominciano i lavori nel 1560 sotto la supervisione Rodrigo Gil de Hontañón. Sede della Diputación Provincial de León (Provincia di León) dal 1882.
  • Casa Botines: opera d'Antonio Gaudí, di stile neogotico, con caratteristiche inconfondibilmente moderniste. Di pianta trapezoidale, vi si trovano quattro torri che finiscono in pinnacoli. Le finestre hanno la loro ispirazione nel triforio della Cattedrale leonese.

Il Camino de Santiago passa per il centro della città, segnalato dal simbolo dei pellegrini, la conchiglia, e prosegue fuori della città, sempre opportunamente segnalato, per una strada attraverso una zona agricola punteggiata da piccoli centri con testimonianze dei pellegrinaggi medioevali (chiese romaniche e ospizi). A 46 chilometri si trova Astorga, cittadina medioevale della provincia di León, antica città romana e sede vescovile, altra tappa del Camino che prosegue verso la Galizia.

Musei

  • Museo di León: il Museo de León si trova nell'Edificio Pallarés, nella Plaza de Santo Domingo. Mostra la storia della provincia dal paleolitico fino all'età contemporanea.
  • Museo della Real Colegiata de San Isidoro: nel Museo della Real Colegiata de San Isidoro si trova il pantheon dei re, che riceve il nome di Cappella Sistina del Romanico per i suoi affreschi. Vi sono esposti il cáliz de Doña Urraca, del secolo XI, di questo calice una notizia apparsa sul sito del museo in data 23 marzo 2014, afferma che si tratta del santo Graal, la leggendaria coppa in cui Gesù Cristo bevve durante l'ultima cena[2]; l'Arqueta de los Marfiles e il Portapaz del Pantocrator, dello stesso secolo.
  • Museo Catedralicio Diocesano de León: si trova nella cattedrale di León ed è uno dei più interessanti tesori che ha la città.
  • MUSAC: Museo de Arte Contemporáneo de Arte de Castilla y León, si trova nell'Avenida de los Reyes Leoneses. È un edificio di corte avanguardista, che vuole somigliare alle vetrate della cattedrale di León.
  • Museo Sierra-Pambley: fondato da Francisco Fernández-Blanco y Sierra-Pambley, mostra una tipica casa leonese del secolo XIX.
  • CLA: il Centro Leonés del Arte si trova in una vecchia casa nell'Avenida Independencia.

Organizzazione amministrativa

León è governata da un Consiglio Comunale formato da 27 consiglieri, dei quali uno è il Sindaco. Nelle scorse elezioni si sono eletti 13 consiglieri del PSOE, 11 del PP e 3 dell'Unione del Popolo Leonese (UPL).

La città è divisa, amministrativamente, in questi quartieri:

Ci sono quartieri della città di León come La Sal, El Crucero e Pinilla che non appartengono del tutto al comune di León, ma a San Andrés del Rabanedo. In più, altri quartieri della città di León come Paraiso - Cantinas appartengono a San Andrés del Rabanedo.

Infrastrutture e trasporti

Aeroporti

L'Aeroporto di Llión si trova a 6 chilometri della città, con destinazioni Parigi, Madrid, Barcellona, Valencia, e nell'estate Málaga, Palma di Maiorca, Minorca, Ibiza, Tenerife e Las Palmas.

Amministrazione

Gemellaggi

Galleria d'immagini

Cattedrale

Cattedrale

Parador San Marcos Leon

Hotel Parador e Convento di San Marcos

Note

  1. ^ (ES) León - Información General, http://www.leon-virtual.es. URL consultato il 1º dicembre 2015 (archiviato il 22 aprile 2007).
  2. ^ http://www.museosanisidorodeleon.com/#!El-Santo-Grial-est-en-Len/cz25/ht4d13891
  3. ^ Città gemellate con Porto, su cm-porto.pt. URL consultato il 21 dicembre 2011.

Voci correlate

Altri progetti

Altri progetti

Controllo di autoritàVIAF (EN140708126 · LCCN (ENn79084423 · GND (DE4035367-9 · WorldCat Identities (ENn79-084423
Antonio de la Cruz

Jesús Antonio de la Cruz Gallego (León, 7 maggio 1947) è un allenatore di calcio ed ex calciatore spagnolo, di ruolo difensore.

CB Ademar León

Il Club Balonmano Ademar León è una squadra di pallamano spagnola avente sede a León.

È stata fondata nel 1956.

Nella sua storia ha vinto 1 campionato spagnolo, 1 Coppa del Re, 2 Coppe ASOBAL e 2 Coppe delle Coppe.

Disputa le proprie gare interne presso il Palacio de los Deportes de León di León il quale ha una capienza di 6.000 spettatori.

Club Baloncesto Miraflores

Il Club Baloncesto Miraflores o San Pablo Burgos è una squadra professionistica di pallacanestro della città di Burgos, situata nella comunità autonoma di Castiglia e León, Spagna, e che gioca nella Liga ACB.

César Rodríguez Álvarez

César Rodríguez Álvarez, noto come César (León, 29 giugno 1920 – León, 1º marzo 1995), è stato un calciatore e allenatore di calcio spagnolo tra gli anni quaranta e sessanta.

Nella sua carriera giocò soprattutto per il CF Barcellona, vestendo anche le maglie di Spagna e della selezione catalana (pur essendo originario della Castiglia e León).

Con il Barcellona giocò 433 partite segnando 294 gol: l'eccezionale bottino lo rende il quarto giocatore che ha segnato di più con la maglia del Barcellona, dopo Lionel Messi (502 reti), Paulino Alcántara (369) e Josep Samitier (319), contando anche le reti segnate nelle amichevoli, mentre le 433 presenze lo collocano al 17º posto tra i giocatori più presenti nel Barça. Contribuì a cinque vittorie del Barcelona nella Primera División e nel 1949 conquistò il Trofeo Pichichi come capocannoniere del campionato, grazie a 28 gol. Dopo il ritiro dal calcio giocato, César è diventato allenatore e ha guidato, tra gli altri, Real Saragozza e CF Barcellona.

Se si calcolano solo i gol ufficiali il totale con il Barcellona scende a 232 marcature.

Diocesi di León (Spagna)

La diocesi di León (in latino: Dioecesis Legionensis) è una sede della Chiesa cattolica in Spagna suffraganea dell'arcidiocesi di Oviedo. Nel 2016 contava 305.860 battezzati su 312.196 abitanti. È retta dal vescovo Julián López Martín.

Ferdinando I di León

Ferdinando Sanchez, detto il Grande (1016 circa – León, 27 dicembre 1065), dal 1035 al 1038 fu il conte di Castiglia e, dal 1037 al 1065, re consorte di León.

García Sánchez

García Sánchez, García anche in spagnolo, in galiziano e in asturiano, Garcia, in catalano e in portoghese (novembre 1009 – León, 13 maggio 1029), fu conte indipendente di Castiglia (1017-1029) e conte di Burgos, di Lantarón, di Cerezo e di Álava. Fu l'ultimo discendente di Fernán González, in linea maschile diretta e quindi l'ultimo rappresentante della dinastia dei Lara.

José Manuel Beirán

José Manuel Beirán Lozano (León, 7 febbraio 1956) è un ex cestista spagnolo.

Laura Barriales

Laura Barriales (León, 18 settembre 1982) è un'attrice, modella e personaggio televisivo spagnola naturalizzata italiana.

Mario Pesquera

Luis Mario Pesquera Martínez (León, 13 aprile 1952) è un allenatore di pallacanestro spagnolo.

Ordoño II di León

Ordoño Alfonso, soprannominato "il Grande" (El Magno). Ordoño anche in spagnolo, in asturiano e in galiziano, Ordoni, in catalano e Ordonho in portoghese (873 – León, gennaio 924), è stato re di Galizia (910-914) e dopo la riunificazione della Galizia al León re di León dal 914 al 924.

Piluca Alonso

María Pilar "Piluca" Alonso López (León, 8 ottobre 1968) è un'ex cestista spagnola.

Poveda de las Cintas

Poveda de las Cintas è un comune nella provincia di Salamanca, nella comunità autonoma di Castilla y León, Spagna. Si trova a 48 km da Salamanca, la capitale provinciale. Fa parte della regione di Campo de Peñaranda.

Provincia di Valladolid

Valladolid è una provincia della comunità autonoma di Castiglia e León, Spagna. Ha un'estensione di 8.202 chilometri quadrati. Il capoluogo è Valladolid, altri centri importanti sono Medina del Campo e Laguna de Duero. Confina con le province di León e Palencia a nord, di Burgos a est, di Segovia e di Ávila a sud, di Salamanca a sud-ovest e di Zamora a ovest.

Ha una popolazione di 508.000 abitanti (dati del 2003), di cui circa i tre quinti risiedono nella capitale. Nella provincia ci sono 225 comuni, di cui oltre un terzo formati da meno di mille abitanti.

È il centro economico della comunità autonoma di Castiglia e León.

Ramiro Felipe Núñez de Guzmán

Ramiro Felipe Núñez de Guzmán (León, 1600 – Madrid, 8 dicembre 1668) è stato un politico spagnolo.

Ramiro II di León

Ramiro Ordoñez chiamato il Grande (el Grande, ma detto anche el Diablo, il Diavolo dai nemici musulmani, per la sua ferocia e la sua grande energia). Ramiro anche in spagnolo, in asturiano, in portoghese e in galiziano, Ramir, in catalano (900 – León, 951) fu re di León dal 931 al 951.

Sancha I di León

Sancha Alfonso, venerata come beata dalla Chiesa cattolica. Sancha anche in spagnolo, in asturiano, in aragonese, in portoghese e in galiziano, Sança, in catalano e Antsa in basco (1013 circa – León, 7 novembre 1067), fu regina de jure di León dal 1037 al 1065 e contessa consorte, poi regina consorte di Castiglia (1035-1065).

Urraca di Zamora

Urraca Fernández detta anche Donna Urraca o Urraca di León. Urraca anche in spagnolo, in asturiano, in aragonese, in portoghese, in galiziano e in catalano e Urraka in basco (León, 1033 circa – León, 1101) fu signora della piazza leonese di Zamora dal 1065 alla sua morte.

Óscar Yebra

Óscar Yebra Fernández (León, 15 luglio 1974) è un ex cestista spagnolo.

Spagna Comuni della provincia di León Bandera de León.svg
Comuni di Castiglia e León
I Cammini di Santiago de Compostela
Vie in Spagna Spagna
Vie in Portogallo Portogallo
Vie in Francia Francia
Vie in Italia Italia
Pagine correlate
Il Camino Francés
E' la prosecuizione di
Località
E' antecedente al

In altre lingue

This page is based on a Wikipedia article written by authors (here).
Text is available under the CC BY-SA 3.0 license; additional terms may apply.
Images, videos and audio are available under their respective licenses.