Comune

Un comune è un ente territoriale di base, dotato di un certo grado di autonomia amministrativa, dedicato agli interessi della popolazione locale[1]. Si definisce, per le sue caratteristiche di centro abitativo nel quale si svolge la vita sociale pubblica dei suoi abitanti, l'ente amministrativo più vicino al cittadino (principio di sussidiarietà verticale).

Vengono comunemente usati come sinonimi anche municipio o municipalità per intendere l'insieme delle autorità comunali. In Italia questo è sbagliato nelle regioni a statuto ordinario, in cui si applica il decreto legislativo 267/2000 (noto come nuovo testo unico degli enti locali), il quale stabilisce che municipio è un ente rappresentativo delle comunità d'origine all'interno dei comuni soppressi. Altresì i termini "municipio" e "municipalità" sono utilizzati negli statuti dei comuni di Napoli, Milano, Genova, Venezia e Torino, nonché di Roma Capitale, per indicare le circoscrizioni di decentramento. Inoltre Pirri, in Sardegna, che fu comune autonomo fino al 1927, e poi frazione del comune di Cagliari, ne è dal 2006 una municipalità e possiede un suo consiglio autonomo a cui il Comune ha demandato diverse funzioni.

Etimologia

Il termine "comune" ha origine dalle omonime istituzioni post-feudali, ma l'istituto affonda le sue origini nella pólis, la città-stato greca. Il termine "comune" deriva dalle comunità rurali composte da contadini residenti, ovvero villani, in genere o lavoratori semiliberi e liberi che componevano i vicini ovvero gli abitanti delle ville o dei vicus, ovvero i villaggi, che si riunivano per definire insieme il rispetto delle leggi (regulae), ma soprattutto l'elezione del loro rappresentante davanti alle autorità maggiori. Nei comuni rurali veneti questo rappresentante era chiamato meriga.

Evoluzione

Nella maggior parte degli ordinamenti di diritto positivo occidentali il comune è il centro della vita di relazione dell'individuo, dal momento che il suo territorio coincide quasi sempre con quello di un centro abitato (città o borgo), più le campagne circostanti, con le eventuali case sparse, ed eventuali nuclei o centri abitati strettamente interdipendenti, o che si presumono tali, con il nucleo abitativo principale (che possono godere di particolari forme di partecipazione: vedi ad esempio per l'Italia le frazioni). Questa caratteristica, sulla spinta delle esigenze di autonomia manifestatesi per prime in epoca medievale, in Italia centro-settentrionale, ha portato alla concessione alle città, e poi al conferimento di diritto, di particolari forme di autonomia amministrativa, organizzativa e in alcuni casi politica (negli Stati Uniti d'America, ad esempio, i comuni legiferano).

Nel mondo

Europa

Paese Denominazione Numero Suddivisione sovraordinata
Albania Albania Bashki/Komun comuni Qark/Provinc
Austria Austria Gemeinde 2.200 comuni Distretto
Belgio Belgio Commune/Gemeente/Gemeinde 589 comuni Provincia
Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina comuni
Bulgaria Bulgaria Oбщина (Obščina) 264 comuni Distretto
Cipro Cipro comuni
Croazia Croazia Općina 428 comuni Regione
Danimarca Danimarca Kommune 98 comuni Regione
Estonia Estonia Omavalitsus 213 comuni -
Finlandia Finlandia Kunta 320 comuni Regione
Francia Francia Commune 34.968 comuni Dipartimento
Germania Germania Gemeinde 11.012 comuni Circondario
Grecia Grecia Δήμος (Dimos) 325 comuni Unità periferica
Irlanda Irlanda County borough
Islanda Islanda Sveitarfélög 74 comuni Regione
Italia Italia Comune 7.915 comuni Provincia/Città metropolitana
Lettonia Lettonia Novads 67 comuni -
Lituania Lituania Savivaldybė 60 comuni Contea
Lussemburgo Lussemburgo Commune 105 comuni Cantone
Macedonia del Nord Macedonia del Nord Oпштина (Opština) 84 comuni Regione
Malta Malta Kunsill lokali 68 consigli locali Regione
Moldavia Moldavia Comună 914 comuni Distretto
Monaco Monaco Commune 1 (Comune di Monaco) -
Montenegro Montenegro Oпштина (Opština) 23 comuni -
Norvegia Norvegia Kommune 426 comuni Contea
Paesi Bassi Paesi Bassi Gemeente 390 comuni Provincia
Polonia Polonia Gmina 2.479 comuni Distretto
Portogallo Portogallo Concelho 308 comuni Distretto
Regno Unito Regno Unito County ward e city
Rep. Ceca Rep. Ceca Obec 6.258 comuni Regione
Romania Romania Comuna 2.686 comuni Distretto
San Marino San Marino Castello 9 castelli -
Serbia Serbia Oпштина (Opština) 168 comuni Distretto
Slovacchia Slovacchia Obec 2.859 comuni Regione
Slovenia Slovenia Občina 212 comuni -
Spagna Spagna Municipio 8.124 comuni Provincia
Svezia Svezia Kommun 290 comuni Contea
Svizzera Svizzera Commune/Comune/Gemeinde 2.324 comuni Distretto/Cantone
Ucraina Ucraina Горисполком (Gorispolkom) Регион
Ungheria Ungheria Község 3.152 comuni Provincia

America

Africa

Asia

  • In Giappone, uno Shichōson, che consistono di Shi (città), Chō (cittadina) and Son (villaggio), fa parte di un Distretto che a sua volta fa parte di una Prefettura
  • In India un comune fa parte di un distretto

Oceania

In Europa

Italia

In Italia i comuni sono dotati di un sindaco, una giunta e un consiglio. Il numero dei membri della giunta e del consiglio sono variabili in funzione della popolazione del comune. In deroga a questo principio, i comuni sedi di province sono sempre considerati come se avessero una popolazione superiore a 100.000 abitanti.

Sino all'entrata in vigore del d.lgs. 18 agosto 2000, n. 267, recante il nuovo ordinamento degli enti locali, il termine "municipio" era sinonimo di comune e non la sede dell'amministrazione, che è chiamata dal legislatore e dagli statuti dei singoli enti di volta in volta in modo diverso (casa comunale, residenza municipale, palazzo di città, palazzo civico sono i più comuni). Tuttavia è diffuso il convincimento che tale parola indichi la sede del comune. L'ambiguità nasce dal fatto che la maggior parte dei palazzi comunali storici reca l'indicazione «Municipio» (come, d'altronde, sulle facciate delle sedi delle province è solitamente scritto «Provincia»).

Il nuovo testo unico degli enti locali stabilisce che il termine "municipio" designa una forma di decentramento, diversa dalla circoscrizione, propria dei comuni nati dalla fusione di comuni preesistenti. A questo si aggiunga che alcuni comuni hanno denominato, all'interno del proprio statuto, "municipio" o "municipalità" le circoscrizioni di decentramento. Questo ha fatto sì che le parole "comune" e "municipio" hanno cessato di essere sinonimi.

La norma non si applica alle regioni a statuto speciale dotate di potestà legislativa esclusiva in materia di ordinamento degli enti locali. In particolare, nella Regione siciliana il termine "municipio" è sinonimo di "comune" e nei comuni che hanno il titolo di città non si usa la denominazione "Città di" al posto di "Comune di", come a esempio Città di Portici anziché Comune di Portici, bensì "Municipio della città", come ad esempio Municipio della città di Mistretta.

Generalmente i comuni italiani sono composti da uno o più abitati e la denominazione del comune coincide con quella dell'abitato capoluogo, che quasi sempre è anche il maggiore centro del comune. Capita talvolta che il capoluogo si sia trasferito ma il comune abbia mantenuto la denominazione storica: curioso è il caso di Galliera, in cui una frazione, denominata San Venanzio, assumendo di fatto le funzioni di capoluogo, ha finito per acquisire il nome del capoluogo storico, Galliera, mentre quest'ultimo, divenuto una frazione, viene oggi identificato come Galliera frazione. Sono rarissimi i casi di comuni che hanno la casa comunale in altri comuni, e quasi sempre per originaria provvisorietà (vedi il caso di Africo).
Per comuni sparsi si intendono quei comuni composti da vari abitati slegati tra loro, nessuno dei quali dà il nome al comune. Ad esempio il comune Olevano sul Tusciano è formato dagli abitati Monticelli, Salitto ed Ariano, con sede comunale in quest'ultimo.

Svizzera

In accordo con i principî sanciti dalla rivoluzione francese sulla base dei diritti rivendicati dalle città nel Medioevo (età comunale), in Svizzera la sovranità dei comuni è stata riconosciuta a livello federale solo agli inizi del XXI secolo (la norma peraltro non è ancora recepita da tutti i cantoni).

Regno Unito

Nel Regno Unito solo le città dotate di una cattedrale (dette cities) godono dell'autonomia, mentre tutte le altre sono solo distretti della contea di appartenenza (county ward).

La città di Londra, essendo sede di due cattedrali (Saint Paul e Westminster), è amministrata da due distinte cities: la City of London, corrispondente alla città romana, centro degli affari economici e sociali, e la City of Westminster. La sua area metropolitana (la Greater London) è suddivisa in boroughs. La city of Westminster e tutti i boroughs condividono un unico sindaco, detto Mayor of London, eletto a suffragio universale. La city of London ha invece un sindaco nobile, di nomina regia, chiamato Lord Mayor.

In base a una riforma varata negli anni 2000, ci sono diverse tipologie di local authorities che amministrano le località che non costituiscono cities né ne fanno parte.

Statistiche

Note

  1. ^ Comune, in Dizionario di economia e finanza, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 2012.

Voci correlate

Altri progetti

Altri progetti

Collegamenti esterni

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85026130 · GND (DE4019956-3
Capoluogo

Il capoluogo è la città sede di organi di governo regionali o locali. Informalmente il termine indica anche l'insediamento principale di una qualunque macroarea geografica.

Codice catastale

Il Codice nazionale (anche detto: Codice Belfiore o codice amministrativo catastale o, impropriamente, Codice catastale) è un codice identificativo univoco assegnato a ogni Comune italiano e Stato estero.

Tale codice, composto da una lettera e tre cifre (es: Monza F704), è assegnato oggi dall'Agenzia delle Entrate, mentre prima era assegnato dal Catasto (da cui il nome improprio di Codice catastale).

Il codice non è parlante salvo per il fatto che la lettera "Z" come primo carattere identifica i soli Stati esteri.

Si è detto prima che è improprio chiamare il Codice Belfiore con il nome di Codice catastale in quanto esiste anche un codice prettamente catastale anch'esso identificante univocamente tutti i comuni italiani (ma in questo caso non anche gli stati esteri).

Questo codice, a differenza del precedente, è composto da una lettera, un numero, due lettere (es: Monza C1LL).

La principale differenza sta nel fatto che si tratti di un codice parzialmente parlante, ovvero identificante non solo il comune, ma anche la provincia in cui il comune si trova (o meglio si trovava al momento della prima generazione del codice stesso).

Esiste poi un terzo codice amministrativo che identifica univocamente tutti i comuni italiani: esso è il Codice Istat. Anche questo codice è parzialmente parlante in quanto identifica non solo il comune, ma anche la provincia.

Esso è formato da sei cifre numeriche (es: Monza 108033).

Il codice Istat ha però mostrato negli anni molti limiti dovuti innanzitutto al fatto che è stato più volte riformulato al variare della suddivisione amministrativa italiana e pertanto non permette una correlazione univoca tra banche dati di anni differenti (es: Monza da 015149 è divenuto 108033). Inoltre il Codice Istat presenta un secondo rilevante inconveniente, dovuto allo "0" iniziale: molti sistemi informatici nel processare questo codice lo leggono come numerico e quindi elidono la prima cifra causando la non correlabilità del dato (es: "015149" e "15149" per un calcolatore sono codici differenti).

Comune (Italia)

Un comune, nell'ordinamento giuridico della Repubblica Italiana, è un ente locale territoriale autonomo, che può avere il titolo di città.

Formatosi praeter legem secondo i princìpi consolidatisi nei comuni medievali, è previsto dall'art. 114 della costituzione della Repubblica Italiana. Può essere suddiviso in frazioni, le quali possono a loro volta avere un limitato potere grazie a delle apposite assemblee elettive. La disciplina generale è contenuta nel decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267 e ha come organi politici il consiglio comunale, la giunta comunale e il sindaco.

Comuni degli Stati Uniti d'America

I comuni degli Stati Uniti d'America (incorporated place o anche municipality) rappresentano, all'interno di ogni Stato, il secondo livello del governo locale, al di sotto di quello della contea; ha una sua autonomia di governo che esercita in varie forme, soprattutto in ragione della propria dimensione. In alcuni stati federati i comuni possono rientrare tra le cosiddette divisioni civili minori, o anche essere inclusi all'interno di esse.

Nel 2002 lo United States Census Bureau ha censito, negli Stati Uniti d'America, 19.429 comuni, tenendo però presente che questo numero non comprende le 16.504 towns o townships, ossia le amministrazioni municipali superiori degli Stati che hanno mantenuto una struttura comunale a doppio livello sul modello inglese. Va notato che la popolazione che vive in ambiti rurali (ormai meno del 20% degli abitanti del Paese), generalmente è soggetta direttamente all'amministrazione della contea, in quanto l'amministrazione comunale quasi ovunque stabilisce il proprio confine al limite dell'area urbana o suburbana.

Vi sono innumerevoli forme di amministrazione comunale, differenti tra Stato e Stato, e all'interno di uno stesso Stato, già a partire dalla denominazione (tipicamente city, town o village) ma soprattutto riguardo alla forma di governo.

Comuni del Brasile

Questo è un elenco di comuni del Brasile.

Comuni dell'Ungheria

I comuni dell'Ungheria (in ungherese: községek, sing. község) costituiscono la suddivisione amministrativa di terzo livello del Paese, dopo i distretti, e ammontano a 3 152 (dati 2009). Può diventare comune ogni località di almeno 300 abitanti che abbia un'identità locale e la capacità di amministrarsi. A capo del comune c'è un sindaco (polgármester).

I comuni ai quali è attribuito il titolo ufficiale di città (város, pl. városok) sono 328. I comuni privi di tale titolo, ma che hanno una popolazione di almeno 5 000 abitanti oppure altri meriti particolari, assumono il titolo ufficiale di grandi comuni (nagyközség).

Comuni della Francia

Il comune (in francese la commune) è la più piccola suddivisione amministrativa della Francia, che corrisponde generalmente al territorio di una città o di un villaggio. La sua superficie e la popolazione possono variare notevolmente (dal comune più popolato, Parigi, con 2 milioni di abitanti, si arriva agli 0 abitanti di 3 comuni).

Al 1º gennaio 2018 c'erano in Francia 35.357 comuni (di cui 129 oltremare) che coprono tutto il territorio (eccetto Wallis e Futuna e alcune zone senza popolazione permanente); secondo uno studio del 2003, essi erano la metà del numero totale dei comuni dell'Unione europea a 15.

Comuni della Germania

I comuni della Germania (in tedesco: Gemeinden, sing. Gemeinde) sono la suddivisione territoriale di ultimo livello del Paese e ammontano a 10.848 (al 1º gennaio 2019). Ciascun comune è ricompreso in un circondario (Kreis), il quale, a sua volta, costituisce la ripartizione di un Land o, in quattro dei sedici Länder, di un distretto governativo (Regierungsbezirk).

Alcuni comuni possono inoltre costituire un livello gerarchicamente sovraordinato rispetto agli altri comuni: è il caso delle kreisfreie Städten (lett. città svincolate da una circoscrizione, città indipendenti) o degli Stadtstaaten („Gemeindestaaten“) (lett. stati cittadini o stati comune, anche città stato).

I comuni possono poi istituire, nell'esercizio delle rispettive funzioni, comunità amministrative (Ämter), corrispondenti grossomodo al modello dell'unione di comuni previsto dall'ordinamento italiano.

I comuni sono enti territoriali e hanno personalità giuridica, come in Italia. Essi sono soggetti di poteri pubblici e di competenza generale, ciò significa che sostanzialmente sono competenti per qualsiasi questione inerente al proprio territorio. Tali poteri possono essere delimitati mediante normative statali (dei Länder, stati federati) o federali. Inoltre vige il principio fondamentale della compartecipazione (Allmitgliedschaft): ogni cittadino è membro dell'ente locale. Per le persone fisiche ciò dipende dalla residenza, per le persone giuridiche invece dalla propria sede legale.

Comuni della Polonia

Il comune (gmina, al plurale gminy) è il terzo livello della suddivisione amministrativa della Polonia. Al 1º gennaio 2011 la Polonia contava 2.479 comuni.

Ci sono tre tipi di comuni in Polonia:

comune urbano (gmina miejska): un centro abitato che occupa un territorio interamente urbanizzato (città);

comune urbano-rurale misto (gmina miejsko-wiejska): un centro urbano principale contornato da campagna e frazioni rurali;

comune rurale (gmina wiejska): un abitato rurale composto di un insieme di frazioni rurali (in alcuni casi una singola frazione rurale), che solitamente comprende la frazione capoluogo, che a sua volta è solitamente omonima.Il capoluogo di un comune rurale può talvolta essere un distinto comune urbano e quindi non fa parte del territorio del comune di cui è capoluogo; a volte ha anche un nome diverso dal comune rurale ma più spesso è omonimo. Per esempio, la città di Zielona Góra è anche capoluogo del distinto comune rurale di Zielona Góra.

Comuni della Repubblica Ceca

I comuni della Repubblica Ceca (in ceco: obcí; sing. obec) costituiscono la suddivisione territoriale di secondo livello del Paese, dopo le regioni, e sono in tutto 6.258 (dato 2016).

I comuni possono acquisire il titolo di città (město), di città statutaria (statutární město) o di comune mercato (městys).

I distretti che, nel quadro normativo previgente, si frapponevano tra le regioni e i comuni, sono stati aboliti il 1º gennaio 2003 e sostituiti da comuni dotati di più ampie competenze (obce s rozšířenou působností).

Comuni della Romania

I comuni della Romania (in rumeno: comunele, sing. comună) costituiscono la suddivisione amministrativa di secondo livello del Paese, dopo i distretti; come questi ultimi, sono contemplati dalla Costituzione.I comuni rumeni ammontano a 3.181, di cui 103 sono classificati come municipi e 217 come città; la popolazione varia dai 2.106.000 abitanti di Bucarest ai 122 del comune più piccolo, Bătrâna.

Non esiste una regolamentazione univoca in ordine all'attribuzione del titolo di città: in generale, tale status viene conferito ai comuni relativamente urbanizzati, anche con popolazione inferiore ai 10 mila abitanti, in modo che possano esercitare forme più ampie di autonomia a livello locale.

Ogni comune è amministrato da un sindaco (primar in lingua rumena). Un comune è formato da uno o più villaggi, che tuttavia non hanno funzioni amministrative proprie. I comuni, come le città, corrispondono al V livello di suddivisione NUTS dell'Unione europea.

Comuni della Slovacchia

Il comune è la suddivisione amministrativa di terzo livello della Slovacchia, dopo le regioni ed i distretti.

Complessivamente il paese comprende 2.891 comuni, di cui 138 aventi il titolo di città. Di questo numero fanno parte anche i quartieri in cui sono suddivise le città di Bratislava e di Košice, che hanno appunto autonomia amministrativa a livello di comune.

Comuni della Spagna

I comuni della Spagna (in spagnolo, municipios, in catalano/valenciano ed aranese municipi, in galiziano municipios o concellos, in basco udalerria) sono la suddivisione territoriale di base del Paese e sono pari a 8.119 al 1º gennaio 2015.

Sono ricompresi nelle 50 province in cui a loro volta si suddividono le comunità autonome; fanno eccezione i comuni di Ceuta e Melilla, le quali, in quanto città autonome, non fanno parte di nessuna comunità ed esercitano autonomamente i poteri conferiti alle province.

Comuni della Svizzera

I Comuni, municipalità, a volte detti anche comunità (in tedesco Gemeinden, in francese communes e in romancio vischnanca) sono il più basso livello amministrativo in Svizzera, dove se ne contano (al 1º gennaio 2019) 2212.

Ogni Cantone decide le loro responsabilità. Queste possono includere la fornitura di servizi pubblici locali come istruzione, assistenza medica e sociale, trasporti pubblici e raccolta delle tasse. Il grado di centralizzazione dipende da un cantone all'altro.

Comunità amministrative della Germania

La comunità amministrativa o consorzio di comuni è un ente tedesco formato da più comuni, spesso di piccole dimensioni, che si consorziano per amministrare in comune i loro territori. È posta ad un livello inferiore rispetto ai circondari. Quando una cittadina raggiunge determinate dimensioni, non ha più bisogno di consorziarsi e assume dunque varie denominazioni, come media città di circondario.

La comunità amministrativa assume nomi diversi a seconda del Land di appartenenza e corrisponde grossomodo alle Unioni di comuni in Italia e alle comarche della Spagna.

Frazione (geografia)

La frazione nella geografia amministrativa italiana è una entità appartenente ad un comune, costituita da «un'area del territorio comunale comprendente, di norma, un centro abitato, nonché nuclei abitati e case sparse gravitanti sul centro».

Tale gravitazione sussiste quando gli abitanti dei nuclei e delle case sparse sono attratti dal centro, cioè vogliono concorrervi per ragioni di approvvigionamento, culto, istruzione, lavoro, affari e simili.

In casi rari una frazione può appartenere anche a due o più comuni diversi.

Sindaco (Italia)

Il sindaco, nell'ordinamento italiano, è l'organo monocratico a capo del governo di un comune.

Denominato anche primo cittadino, il sindaco secondo l'art. 36 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267 (Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali) è uno degli organi di governo del comune, assieme alla giunta comunale e al consiglio comunale.

Stemma

Lo stemma, dal greco στέμμα (stémma), corona, è l'insieme di scudo ed ornamenti esteriori di un'insegna simbolica gentilizia, nazionale o civica. Lo scudo è un elemento necessario dello stemma. Si tratta di un elemento grafico che consente, in prima approssimazione, di richiamare alla mente, con immediatezza e precisione, varie organizzaizoni o individui come una persona, una famiglia, un gruppo sociale, un territorio.

Stoccolma

Stoccolma (AFI: /stokˈkolma/; in svedese Stockholm, pronunciato [ˈstɔkːˈhɔlm, ˈstɔkːˈɔlm, ˈstɔkːɔlm]; 960,031 ab.) è la capitale della Svezia, capoluogo della contea di Stoccolma. Posta nella parte orientale del paese, sul mar Baltico, è sede di governo e parlamento, oltre che luogo di residenza del capo dello stato, il re Carlo Gustavo XVI. Maggiore città della Svezia e della Scandinavia, è il centro di riferimento economico e culturale della Svezia.

Anche l'area metropolitana (Storstockholm) è la più grande della nazione, contando 2.213.528 abitanti. Amministrativamente la città è divisa in 26 comuni. Il centro e la gran parte dei sobborghi ad esso più vicini sono compresi nel comune di Stoccolma.

In altre lingue

This page is based on a Wikipedia article written by authors (here).
Text is available under the CC BY-SA 3.0 license; additional terms may apply.
Images, videos and audio are available under their respective licenses.