A Lama

A Lama è un comune spagnolo di 2.947 abitanti situato nella comunità autonoma della Galizia.

A Lama
comune
A Lama – Stemma
A Lama – Veduta
Localizzazione
StatoSpagna Spagna
Comunità autonomaFlag of Galicia.svg Galizia
ProvinciaFlag of the Province of Pontevedra.PNG Pontevedra
Territorio
Coordinate42°23′27.6″N 8°26′38.4″W / 42.391°N 8.444°W
Altitudine478 m s.l.m.
Superficie111,8 km²
Abitanti2 947 (2001)
Densità26,36 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale36830
Prefisso(+34)...
Fuso orarioUTC+1
Codice INE36025
Cartografia
Mappa di localizzazione: Spagna
A Lama
A Lama
A Lama – Mappa
Sito istituzionale
Situacion A Lama
A Lama, Pontevedra, Galizia

Altri progetti

Altri progetti

Collegamenti esterni

Controllo di autoritàVIAF (EN316733738 · WorldCat Identities (EN316733738
Acciaio Damasco

Con la denominazione Acciaio Damasco si intendono due prodotti di siderurgia ben distinti:

Il Damasco saldato o acciaio a pacchetto;

L'Acciaio Wootz o acciaio al crogiolo.Il nome "Damasco" ha due possibili origini. La prima dalla città siriana di Damasco, la seconda invece nega la connessione etimologica con la città e si rifà invece alla parola araba damas che significa acquoso, in riferimento ad alcune strutture ricordanti una superficie acquosa che si formavano sulla superficie dell'acciaio.

Arête

Un arête è una cresta di roccia sottile, quasi a lama di coltello, che di solito si forma quando due ghiacciai erodono valli a forma di U parallele. Gli arête possono anche spesso formarsi quando due circhi opposti erodono le loro testate, portando così allo "smantellamento della cresta che li separa" e lasciando un passo a forma di sella, chiamato appunto sella o col. Il bordo è spesso affilato a causa del processo crioclastico di congelamento/scongelamento. Il termine "arête" in realtà denota la sua origine francese che significa spina di pesce. Nelle Alpi questa caratteristica la si descrive con il termine tedesco equivalente Grat o Kamm (pettine).

Laddove tre o più circhi si incontrano, viene a formarsi un picco piramidale.

Calci

Calci (Càrci in dialetto calcesano) è un comune italiano di 6 399 abitanti della provincia di Pisa in Toscana. Dista meno di 20 km da Lucca e 10 km dalla stessa Pisa.

Si tratta di un comune sparso: la sede comunale si trova nella frazione di La Pieve.

Insieme ai comuni di Pisa, Vecchiano, San Giuliano Terme, Vicopisano e Cascina fa parte dell'area metropolitana pisana, che ammonta a quasi 200 000 abitanti, e costituisce la seconda conurbazione della regione Toscana dopo quella di Firenze-Prato-Pistoia. Negli ultimi 10 anni sono state presentate numerosissime proposte da parte di enti e cittadini con lo scopo di unire Pisa con Calci e gli altri centri limitrofi in un unico comune, ma senza successo.

Cerdedo-Cotobade

Cerdedo-Cotobade è un comune di 6.160 abitanti della provincia di Pontevedra, istituito a seguito della fusione nel 2016 dei due comuni di Cerdedo e Cotobade. Il capoluogo è la località di Chan, nella parrocchia di Carballedo, in quello che era il vecchio comune di Cotobade.

Ceregnano

Ceregnano (Sernian o Zernian in veneto) è un comune italiano di 3 533 abitanti della provincia di Rovigo in Veneto, situato ad est del capoluogo.

Coltello

Il coltello (dal latino cultellus, diminutivo di culter (cioè coltello dell'aratro)) è un utensile di uso manuale utilizzato per il taglio. Solitamente consiste in una lama ad una punta con uno o più bordi affilati fissata ad un manico. Le lame sono state utilizzate come utensili ed armi dall'età della pietra, all'alba dell'umanità. Gli antropologi ritengono che il coltello sia uno dei primi attrezzi progettati dagli esseri umani per sopravvivere.

Le prime lame erano di selce o di ossidiana, scheggiata o levigata ad un bordo, a volte dotate di un manico. Più tardi con gli sviluppi della fusione e della metallurgia le lame sono state sostituite prima dal rame, poi dal bronzo, dal ferro, e infine dall'acciaio.

Mentre i materiali sono cambiati con il tempo, il disegno di base rimane lo stesso. Insieme alla forchetta ed al cucchiaio, il coltello è un utensile comune di largo consumo nel mondo occidentale almeno dal Medioevo. Oggi la maggior parte delle lame è utilizzata in cucina. I coltelli a serramanico e multi-lama da tasca sono più facilmente trasportabili, per essere disponibili dovunque. L'importanza dei coltelli come arma è un po' oscurata dalla nascita di armi più efficienti e specializzate, ma una lama è dotazione dei militari di qualunque esercito.

Daga (arma)

La daga è un'arma bianca manesca del tipo spada caratterizzata da una lama corta e diritta, a tagli paralleli o triangolari.

Costituitasi in epoca protostorica quale modello di passaggio dal pugnale alla spada vera e propria, tornò di largo uso nel corso del Medioevo, quando l'uso predominante di spade a lama lunga (v. spada d'armi) portò allo sviluppo di un apposito vocabolo per quelle armi la cui lama era compresa tra i 40 ed i 70 cm. D'ampio uso nel Rinascimento sino al XVII secolo, sia in ambito militare che nella pratica duellistica (v. scherma tradizionale). A partire dal XVIII secolo lo stesso termine passò ad indicare anche certe sciabole corte, dette anche sabro, in dotazione a talune fanterie europee.

Guido De Maria

Guido De Maria (Lama Mocogno, 20 dicembre 1932) è un disegnatore, pubblicitario, autore televisivo, e regista di spot pubblicitari italiano.

Hachiwari

L'hachiwari (鉢割? "spacca calotta"), noto anche come kabutowari (兜割? "spacca elmi"), era una sorta di stiletto, ("coltello-pugnale"), a sezione triangolare e a lama smussata usato in Giappone nel periodo feudale.

Lungo circa 30-35cm (anche se alcune versioni più lunghe raggiungevano i 45cm), era incurvato ed presentava un uncino sul dorso, vicino alla base dell'impugnatura. In certi casi la fattura dell'hachiwari era così simile a quella di un tantō da essere considerato un vero e proprio coltello, piuttosto che un randello a lama smussata.

Katana

La katana (刀?), italianizzato catana, è una spada giapponese corrispondente ad una scimitarra o sciabola ma con impugnatura a due mani.

I giapponesi usano questa parola per indicare genericamente una spada, infatti il termine più corretto è uchigatana (打刀?), il quale si riferisce nello specifico ad un'arma bianca a lama curva e a taglio singolo, di lunghezza superiore a 2 shaku (più di 60,6 centimetri), usata dai samurai.

Nonostante permettesse di stoccare efficacemente, la katana veniva usata principalmente per colpire con fendenti, impugnata principalmente a due mani; sebbene Musashi Miyamoto, ne Il libro dei cinque anelli, raccomandasse la tecnica a due spade, che presupponeva l'impugnatura singola. Essa veniva portata alla cintura (obi) con il filo rivolto verso l'alto, in modo che potesse essere sguainata velocemente con abili movimenti e che in nessun modo il filo della lama potesse danneggiarsi nel tempo sfregando, a causa dell'attrito e della forza di gravità, contro l'interno del fodero.

L'arma era portata di solito dai membri della classe guerriera, insieme alla wakizashi, una seconda sciabola più corta (fra 1 e 2 shaku). La combinazione delle due era chiamata daishō (大小) e rappresentava il potere (o classe sociale) e l'onore dei samurai, i guerrieri che obbedivano al daimyō (feudatario). Più precisamente, la combinazione daishō era costituita fino al XVII secolo da tachi e tantō; solo in seguito, da katana e wakizashi.

Laringoscopio

Il laringoscopio è uno strumento medico grazie al quale è possibile ottenere la visuale della glottide (normalmente impossibile) e quindi le corde vocali ed eseguire se necessario l'intubazione. Essendo una procedura semi-invasiva essa deve essere effettuata in anestesia generale e/o con ampia anestesia locale delle strutture coinvolte.

Naginata

Il naginata (なぎなた-薙刀) è un'arma inastata giapponese costituita da una lunga lama ricurva monofilare, più larga verso l'estremità, inastata grazie ad un lungo codolo su un'impugnatura di lunghezza variabile ma in genere più breve rispetto a quella della lancia in uso ai guerrieri (bushi) giapponesi, la yari. L'arma, per forma ed utilizzo, ricorda i "falcioni" del medioevo europeo.

Apparso nei campi di battaglia del Periodo Kamakura (1185-1333), durante l'Era Tokugawa il naginata divenne un'arma desueta in battaglia ma continuò ad essere utilizzata per il combattimento individuale e per la difesa degli edifici o delle dimore private. Probabilmente per questo il suo uso si diffuse specialmente tra le donne della classe militare, le buke, vere amministratrici della casa. L'arte marziale (detta naginata-do o naginatajutsu) che ne trasmette l'uso faceva comunque parte del bagaglio tecnico classico del guerriero (bujutsu) e nel budō moderno esistono alcuni stili indipendenti che ne tramandano una forma stilizzata analoga alla scherma kendō trattasi dell'Atarashii Naginata.

Un modello di arma simile al naginata ma con una lama pressoché dritta e spesso più lunga è detto nagamaki (letteralmente: "[lama con] inastamento lungo").

Sciabola

La sciabola (da szablya, lingua ungherese) è un'arma bianca manesca del tipo spada destinata ai reparti di cavalleria, con lama monofilare curva, affilata sul lato convesso, di lunghezza variabile a seconda del paese di provenienza, e guardia molto pronunciata, atta a coprire tutta la mano. Era normalmente portata in un fodero a due punti di sospensione appeso a un'apposita fascia ma alcuni esemplari venivano portati fissi sulla sella: tale fu il caso della szabla in uso agli Ussari alati di Polonia, vero e proprio archetipo della sciabola moderna, e di altri tipi più recenti come la Sciabola Patton dell'esercito degli Stati Uniti (entrata in servizio nel 1913).

Il vocabolo "sciabola", in lingua italiana come in altre lingue, finì però per indicare anche altre forme di arma bianca del tipo spada in uso alla cavalleria pesante dell'Europa pre-Industriale, come la squadrona dei corazzieri, o di fanteria, come il coltellaccio d'abbordaggio della marina militare europea del XVIII secolo. A partire dal XIX secolo, la sciabola divenne attributo precipuo per gli ufficiali e tale è ancora il suo utilizzo in ambito militare contemporaneo.

Dalla sciabola originò uno dei tre stili fondamentali della scherma moderna, la sciabola.

Scimitarra

La scimitarra (persiano: شمشیر‎, shamshir) è un'arma bianca manesca del tipo spada originaria dei paesi dell'Asia occidentale. Ha lama monofilare dalla curvatura molto pronunciata, con taglio convesso e dorso concavo, capace di provocare danni molto gravi se usata di taglio, ed impugnatura ad una mano.

Dalla scimitarra orientale venne derivata la moderna sciabola occidentale, dalla quale la prima si differenzia sempre per l'avere lama molto più ricurva.

Sega (strumento)

Una sega è un attrezzo atto a tagliare legno o altri materiali, al fine di dividere un pezzo di materiale in parti più piccole secondo le misure desiderate.

Consiste in una lama dentata che può essere diritta, circolare o a nastro, fissata su di un supporto per permetterne l'uso manuale o motorizzato.

La sega può anche essere usata come strumento musicale (vedi sega musicale).

Sebbene la mitologia greca attribuisca a Perdix, nipote di Dedalo, l'invenzione della sega, reperti di legno dell'antico Egitto suggeriscono un'origine più antica (Egitto predinastico).

Spada

Una spada (dal greco spathe e dal latino spatha) è un'arma bianca a lama lunga, spesso, ma non sempre a doppio filo, adatta a colpire di punta e di taglio e usata dalle più varie civiltà in ogni luogo del mondo e in ogni epoca, sebbene prevalentemente in Eurasia e in Nordafrica.

È composta, nella sua struttura fondamentale, da una lunga lama e dal fornimento, ossia l'impugnatura (manica) e la guardia.

L'intenzione e la fisica di base della spada sono rimaste sostanzialmente invariate nei secoli ma sono cambiate molto le tecniche di realizzazione, variabili anche in base alla cultura: come conseguenza, si hanno differenze nel disegno e nello scopo della lama.

Il concetto fondamentale alla base dell'arma è costante, ma le tecniche di utilizzo e la forma stessa variano ampiamente attraverso le epoche e nelle varie culture che la utilizzano. Questa forma d'arma ha comunque mantenuto un'enorme importanza simbolica (per esempio per i cristiani rappresentava la croce, per i musulmani la mezzaluna) attraverso tutte le culture che l'hanno utilizzata, come si può facilmente riscontrare dalla vasta terminologia specifica e dalla sua ricorrente presenza in tutte le opere mitologiche e letterarie.

I nomi dati a molte spade nella mitologia, nella letteratura e nella storia riflettono l'alto prestigio rivestito dall'arma nelle varie culture. In talune culture (es. nell'Europa del Medioevo) la spada assume importanza da divenire contenitore di reliquie di santi: si pensi alla Excalibur di re Artù e alla Durlindana di Orlando, il paladino di Carlo Magno.

In araldica la spada simboleggia origine e/o volontà guerriera, talora anche minaccia per i nemici della famiglia. Si fa di argento ed è guernita di oro, posta in palo.

Striscia

La striscia o spada da lato a striscia o anche spada all'italiana è una spada a lama sottile che ebbe larga diffusione in Europa nel XVI secolo, XVII e XVIII secolo. È l'evoluzione della spada da lato del XVI secolo ed è conosciuta come rapière in francese.

Triumph Mayflower

La Mayflower è un'autovettura prodotta dalla Triumph Motor Company tra il 1949 ed il 1953.

La Mayflower fu la prima auto di piccole dimensioni costruita dalla Triumph sotto la gestione Standard, e utilizzava una versione rinnovata (con una nuova testata in alluminio e un carburatore Solex) del 4 cilindri a valvole laterali di 1247 cm³ della Standard 10, nato prima della Seconda guerra mondiale. Questo motore sviluppava una potenza di 38 CV a 4200 giri/min e spingeva la vettura a circa 100 km/h. Il cambio, a 3 rapporti sincronizzati con comando al volante, era lo stesso della Standard Vanguard; dalla stessa vettura provenivano anche le sospensioni, a ruote indipendenti con molloni all'anteriore (schema poi utilizzato anche dalla TR2, mentre al posteriore c'era un ponte rigido con mezze balestre. I freni erano a tamburo, comandati idraulicamente.

La linea della Mayflower riprendeva lo stile "a lama di rasoio", simile a quello della sorella maggiore Triumph Renown, e la faceva sembrare simile a quella delle Bentley e delle Rolls-Royce, al fine di andare incontro ai gusti del mercato americano.

Vennero costruite circa 35.000 Mayflower, di cui una decina circa in versione cabriolet e 150 come pick-up.

Tsurugi

Lo Tsurugi, anche Ken, (剣 in Lingua giapponese) è il vocabolo giapponese che identifica la spada a lama diritta, affilata su ambo i lati, derivata dal modello del jian cinese. Nella cultura giapponese, il nome Tsurugi viene spesso associato a figure leggendarie di eroi cinesi noti per l'uso di armi dalla lama eccezionalmente lunga o pesante. In Occidente, il vocabolo ken è passato ad indicare le forme di spada in uso ai monaci-guerrieri buddisti (Sōhei), contrapposte alla katana ricurva dei samurai.

Spagna Comuni della provincia di Pontevedra Flag Pontevedra Province.svg
Comuni della Galizia

In altre lingue

This page is based on a Wikipedia article written by authors (here).
Text is available under the CC BY-SA 3.0 license; additional terms may apply.
Images, videos and audio are available under their respective licenses.